Nico, 1988 (2017)
Muchos hijos, un mono y un castillo (2017)
The Nothing Factory (2017)
Out (2017)
Soleil battant (2017)
Il mio Godard (2017)
Thelma (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FINANZIAMENTI Francia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Anticipo sugli incassi per Lainé, Parraud, Petit e Ben Attia

di 

La direttrice generale del Centre National de la Cinématographie (CNC), Véronique Cayla ha confermato la settimana scorsa quattro promesse di anticipo sugli incassi ad opere prime. Tra i progetti selezionati, Simple coeur di Marion Laine, sceneggiatura liberamente ispirata al racconto di Gustave Flaubert (Un coeur simple - Les Trois contes - 1876). Il lungometraggio, che doveva essere prodotto da BC Films fino alla recente scomparsa della produttrice Béatrice Caufmann, beneficia anche di un sostegno di 320 000 euro della regione Ile-de-France che, in aggiunta all'anticipo sugli incassi, dovrebbe permettere il rilancio di un'altra società (Rezo Films sarebbe interessata). Il cast iniziale era formato da Sandrine Bonnaire, Marina Foïs, Pascal Elbé e Patrick Pineau.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Un'altra promessa di anticipo è stata assegnata a Avant poste di Emmanuel Parraud, testo co-firmato dal regista e da Erick Malabry che traccia le avventure di un educatore di banlieue confrontato a giovani in difficoltà, uno in particolare, per il quale scatta l'empatia. Prodotto da Cédric Walter per Château-Rouge Production, che ha lavorato all'ultimo cortometraggio del regista (La Statue de la Vierge - 2004), le riprese di Avant poste dovrebbero cominciare a ottobre-novembre 2007.

La terza sceneggiatura selezionata è Le fil di Mehdi Ben Attia, che sarà prodotto il prossimo autunno da Edouard Mauriat per Mille et une productions. Franco-tunisino, il regista ha partecipato alla scrittura di Loin [+leggi anche:
intervista: André Téchiné
scheda film
]
di André Téchiné (2001) e di La vie privée di Zina Modiano (2005). Le fil seguirà le vicende di Malik, giovane uomo che lascia Parigi e torna a Tunisi da sua madre dopo la morte del padre. Vissuto come un obbligo, questo ritorno lo libererà tuttavia del segreto della sua omosessualità, innamorandosi del bel Bilal.

Ultimo progetto selezionato, Au voleur di Sarah Petit, una produzione di Michel Klein per Les Films Hatari, che ha al suo attivo un numero considerevole di cortometraggi firmati da Laurent Achard, Jean-Paul Civeyrac, Philippe Ramos, Jean-Charles Fitoussi e Philippe Katerine. Dopo aver debuttato nel documentario(Napoli 90 et Les Limbes), Sarah Petit è passata poi con successo al corto di finzione con L'arpenteur (Prix Jean Vigo 2002) e Le Lac et la rivière.

(Tradotto dal francese)

ArteKino
Unwanted_Square_Cineuropa_01
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss