Il mio Godard (2017)
The Square (2017)
Loving Vincent (2016)
Soleil battant (2017)
The Nothing Factory (2017)
Out (2017)
Corpo e anima (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

PRODUZIONE Francia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Tris di film per BNVG con Un si beau voyage

di 

Con l'avvio oggi delle riprese a Parigi di Un si beau voyage, secondo lungometraggio del regista franco-tunisino Khaled Ghorbal, la società BVNG Productions completa un bel tris di film per il 2007. La struttura guidata da Frédéric Bellaiche e Geoffroy Grison conta di presentare al prossimo Festival di Cannes una delle due produzioni già pronte: Tehilim [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Raphaël Nadjari (leggi la news) e La fortune di Laurent De Bartillat, opera prima interpretata da Sylvie Testud, James Thiérrée e Jean-Pierre Marielle, su un enigma che ruota attorno ai quadri di Watteau. I due film sono venduti all'estero da Films Distribution.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Pensato e coprodotto da Valerie Sass-Loichi per Yoko Films, Un si beau voyage sarà interpretato dal francese Farid Choppel (C'est Gradiva qui vous appelle [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
) e dalla spagnola Assumpta Serna (rivelatasi in Matador di Almodòvar, nel cast de I vicerè dell'italiano Roberto Faenza – news), e s'iscrive in una tendenza del cinema francese attuale a esplorare i temi dell'integrazione (Indigènes [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Jean Bréhat
intervista: Rachid Bouchareb
scheda film
]
, Bled Number one [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, il progetto Française di Souad El Bouhati...).

Scritto da Khaled Ghorbal, regista scoperto nel 2002 alla Quinzaine des réalisateurs di Cannes con Fatma, la sceneggiatura racconta di Mohamed, operaio in pensione dopo una vita intera passata in una fabbrica della banlieue parigina. Costretto a lasciare la stanza dove vive a causa della sua età, decide di tornare in Tunisia, paese d'origine che non vede da anni e che gli riserverà molte sorprese. Un ritorno alle origini visto dal regista come "una fiaba sull'esilio e la solitudine".

Con un budget di 1,9 milioni di euro, Un si beau voyage, prodotto al 91 % dalla Francia e al 9 % dalla Tunisia, è stato pre-acquistato da Canal + e Ciné Cinéma, e ha ricevuto 420 000 euro di anticipo sugli incassi del Centre National de la Cinématographie (CNC) e 304 000 euro di sostegno della regione Ile-de-France. Previste per 38 giorni, le riprese si svolgeranno per tre settimane nell'Ile-de-France e si sposteranno a maggio nel sud della Tunisia. Il film uscirà nelle sale l'anno prossimo; la distribuzione francese e le vendite internazionali sono ancora da attribuire.

(Tradotto dal francese)

ArteKino
Les Arcs call
Unwanted_Square_Cineuropa_01
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss