La ragazza senza nome (2016)
Un padre, una figlia (2016)
María (y los demás) (2016)
United States of Love (2016)
Waves (2016)
Il più grande sogno (2016)
American Honey (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

Premio Cineuropa

email print share on facebook share on twitter share on google+

Premio Cineuropa

Regole Premio Cineuropa

  • Il Premio Cineuropa viene assegnato ad un film che, oltre alle indubbie qualità artistiche, metta in risalto l'idea di dialogo e integrazione europea
  • Il Premio viene insindacabilmente assegnato da uno o più redattori o collaboratori qualificati indicati da Cineuropa e presenti al Festival
  • Il Premio viene assegnato ad un film prodotto o coprodotto da un Paese del Programma MEDIA o membro di Eurimages
  • Il Premio consiste nella promozione del film sul sito di Cineuropa: attraverso un Film Focus (una sezione speciale dedicata alla pellicola, con una recensione, un'intervista al regista, trailer e clip) che apparirà in homepage e nella newsletter quotidiana a ogni uscita del film in un paese europeo, e con una newsletter speciale inviata alla nostra lista di oltre 50.000 iscritti.

Il Premio è assegnato nei seguenti festival partner: Festival del Cinema Mediterraneo di Bruxelles, Festival del Cinema Europeo di Lecce, Festival del Cinema Europeo di Bruxelles, Festival di Sarajevo, Lisbon & Estoril Film Festival, Festival di Cinema Europeo di Les Arcs, Istanbul Film Festival, Cinema City International Film Festival, Festival Internazionale del Film d’Amore di Mons.

Albüm

Albüm

Albüm di Mehmet Can MertoğluFestival di Sarajevo 2016 

Una commedia nera che svela il funzionamento assurdo della burocrazia anatolica. La vicenda inizia con una coppia di sposi che, intorno alla quarantina, cercano di nascondere la loro adozione di un bambino con la creazione di un album fotografico fittizio. (Film Focus)

Pikadero

Pikadero

Pikadero di Ben Sharrock, Brussels Film Festival 2016

Incapaci di spiccare il volo da soli a causa della crisi economica che attanaglia la Spagna, due giovani innamorati squattrinati sono costretti a vivere il loro amore in casa dei loro genitori. I due sono sempre più disperati per non avere un posto dove fare l'amore e sono costretti a ricorrere ai luoghi pubblici ed estemporanei in cui i coetanei sono soliti fare sesso. Tuttavia, le cose si complicano ulteriormente e la loro relazione sarà presto messa a dura prova. (Film Focus)

Ivy

Ivy

Ivy di Tolga KaraçelikFestival del Cinema Europeo di Lecce 2016

Un’imbarcazione di servizio sta portando tre nuovi membri dell’equipaggio su una nave cargo chiamata MV Sarmasik (IVY). La nave deve raggiungere il suo porto di carico in Egitto per poi scaricare le merci in Angola. Mentre naviga verso Sud, l’armatore, che non paga da tempo i marinai, va in bancarotta. La nave arriva al porto egiziano. Il capitano e tutti gli altri a bordo scoprono che la nave è ipotecata e che non possono né sbarcare a terra né chiamare il porto. La nave si deve fermare nell’area di ancoraggio. Il capitano stabilisce che, in base alle regole di sicurezza in mare, un numero minimo di membri dell’equipaggio deve restare sulla nave. Gli altri possono andare. In tutto cinque marinai si offrono di restare a bordo. Hanno tutti storie diverse, e un motivo per stare alla larga da Istanbul per un po’. Sin dall’inizio l’equipaggio si spacca in gruppetti. Piccoli conflitti sfociano in grandi scontri…

Dust Cloth

Dust Cloth

Dust Cloth di Ahu ÖztürkIstanbul Film Festival 2016

Nesrin e Hatun sono due donne delle pulizie di origine curda che vivono a Istanbul. Mentre Nesrin cerca di sopravvivere nella grande città con la sua bambina, cercando di capire perché il marito l'ha lasciata, Hatun sogna di comprare una casa nei quartieri dove le due donne vanno a fare pulizie.

The Here After

The Here After

The Here After di Magnus von HornFestival Internazionale del Film d’Amore di Mons 2016

Dopo aver scontato la pena inflittagli per aver ucciso la sua ragazza, un giovane fa ritorno nel paese in cui ha commesso il reato. Vorrebbe poter ricominciare una nuova vita, ma la sua sola presenza genera tra i residenti un aumento dell'aggressività.

Bang Gang (une histoire d'amour moderne)

Bang Gang (une histoire d'amour moderne)

Bang Gang (une histoire d'amour moderne) di Eva Husson, Les Arcs European Film Festival 2015

Biarriz. George, 16 anni, s’innamora di Alex. Per attirare la sua attenzione, propone un gioco collettivo, in cui ogni alunno della scuola scoprirà e testerà i limiti della propria sessualità. Tra scandali, amori e il crollo di tutto il loro sistema di valori, ognuno gestirà la cosa in modo differente.

Babai

Babai

Babai di Visar Morina, Brussels Mediterranean Film Festival 2015

La storia di Nori e suo padre Gezim, entrambi venditori ambulanti di sigarette nel Kosovo degli anni '90 durante il regime di Milosevic. Il padre vuole trovare un modo per emigrare illegalmente in Germania e suo figlio fa tutto il possibile per restargli accanto. Tra il desiderio di vivere insieme e la necessità di affrontare la durezza della realtà, il rapporto padre-figlio raggiunge un punto in cui nulla tra loro sarà più come prima.

Superworld

Superworld

Superworld di Karl Markovics, Sarajevo Film Festival 2015

Gabi Kovanda, impiegata in un supermercato, conduce una vita ordinaria tra famiglia e lavoro, tra villetta familiare e negozio di alimentari locale. Un giorno, mentre Gabi rincasa dopo il lavoro, accade qualcosa che cambia improvvisamente la sua vita. È qualcosa che non si può vedere né sentire, ma che tuttavia la colpisce come un fulmine a ciel sereno – un incontro con Dio. Qualcuno che lei ha ignorato da sempre. Senza un motivo apparente, senza provare pietà. Come affrontare tutto ciò? E come l’affrontano le persone che ti circondano?

Liza, the Fox-Fairy

Liza, the Fox-Fairy

Liza, The Fox-Fairy di Károly Ujj MészárosCinema City International Film Festival 2015

Liza è una timida infermiera che da 12 anni si prende cura di Marta, la vedova dell'ambasciatore giapponese in Ungheria. Il giorno del suo 30mo compleanno, Liza esce con la speranza di incontrare qualcuno. Durante la sua breve assenza, Marta viene assassinata da Toni Tani, l’amico immaginario di Liza, cantante pop giapponese degli anni '70. La famiglia di Marta accusa Liza di aver ucciso Marta per ereditare il suo appartamento. Titolare dell'inchiesta, Ensign Zoltan si trasferisce come affittuario nell'appartamento per sorvegliare meglio la sospetta.

Dora or The Sexual Neuroses of Our Parents

Dora or The Sexual Neuroses of Our Parents

Dora or The Sexual Neuroses of Our Parents di Stina Werenfels, Brussels Film Festival 2015

Dora ha 18 anni e soffre di un ritardo di apprendimento. Sua madre Kristin decide di non somministrarle più le medicine che ne sedavano la vitalità. Ora Dora scopre aspetti della vita che le erano preclusi e tra essi, impellente e pervasiva, la sessualità. Incontra così Peter, un ragazzo che non ha nessuna remora nell'approfittare della sua voglia di piacere. Dora rimane incinta proprio mentre i suoi genitori stanno cercando un altro figlio che non arriva.

Corrections Class

Corrections Class

Corrections Class di Ivan I. Tverdovsky, Lecce European Film Festival 2015

Dopo anni passati in casa a studiare, la disabile Lena vuole ritornare a scuola. L’atteggiamento degli insegnanti responsabili della classe con alunni particolari, tuttavia, la faranno provare presto un senso di crudele disillusione. Il regista esordiente Ivan Tverdosky evita di complicare troppo le vicende per spiegare un dramma totalmente credibile che ritrae la sfida impari dell’individuo di fronte a torpore istituzionale, pregiudizi umani ed una società che cerca di ostacolare colore che sono diversi.

The Goob

The Goob

The Goob di Guy MyhillFestival Internazionale del Film d’Amore di Mons 2015

Siamo nel mezzo di un'ondata di caldo nel Fenland, Inghilterra. Goob Taylor ha passato ognuna delle sue sedici estati aiutando la madre a gestire una caffetteria e a occuparsi del raccolto dei campi di zucca. Quando la madre inizia una relazione con il cupo donnaiolo Gene Womack, Goob diventa una presenza scomoda. Ma il suo mondo viene stravolto dall'arrivo dell'esotica raccoglitrice di zucche Eva. Il flirt con la ragazza gli trasmette forza e Goob comincia a desiderare qualcosa di meglio per se stesso.

Barbarians

Barbarians

Barbarians di Ivan Ikic, Festival del Cinema Mediterraneo di Bruxelles 2014

17 febbraio 2008. In seguito alla dichiarazione di indipendenza del Kosovo, il governo serbo annuncia una serie di proteste di massa in cui i cittadini dimostrano il proprio malcontento. Luka, un adolescente problematico sulla soglia dell'età adulta, vive a Mladenovac, un'ex città industriale in rovina vicino a Belgrado. Insieme al suo migliore amico Flash, il ragazzo è a capo di un gruppo di tifosi della squadra di calcio locale. Durante la visita a sorpresa di un assistente sociale, Luka scopre un segreto di famiglia: suo padre, dato per disperso in seguito ai conflitti in Kosovo, è in realtà vivo e vuole incontrarlo.

Angels of Revolution

Angels of Revolution

Angels of Revolution di Aleksej FedorchenkoLisbon & Estoril Film Festival 2014

C’è del marcio nel nord dell’Unione Sovietica. Gli sciamani di due popoli indigeni, i Khanti e i Nenets della foresta, non hanno alcuna intenzione di accettare la nuova ideologia. Per riconciliare due culture radicalmente diverse, sei artisti lasciano la Siberia per andare nelle foreste intorno al fiume Ob. Guidati da “Polina la rivoluzionaria”, si trovano subito bloccati tra due fuochi: la rivoluzione che fermenta come un barile di sidro contro un mondo di cani alati, angeli maliziosi e patate a forma di cuore, tutti immunizzati contro i diktat del nuovo regime. Per non parlare della vecchia guardia e delle sue reminiscenze di simpatie zariste, certamente insensibile all’ardore rivoluzionario degli artisti.

Three Windows and a Hanging

Three Windows and a Hanging

Three Windows and a Hanging di Isa Qosja, Sarajevo Film Festival 2014

Una visione critica di una società che è sopravvissuta alla guerra, ha ottenuto l'indipendenza, ma che ancora lotta per raggiungere l'uguaglianza. Un ritratto tagliente di un villaggio dei Balcani, di un microcosmo patriarcale e del suo sindaco che vuole disperatamente controllare la vita del paese. Una storia di mariti che si sentono costretti a comportarsi da duri, agendo a discapito delle loro emozioni. Una riflessione sui rituali che denotano non solo disuguaglianza di genere, ma anche l'assenza di libertà di espressione all'interno dell'universo maschile.

Free Entry

Free Entry

Free Entry di Yvonne KerékgyártóCinema City International Film Festival 2014

Due ragazze "si imbucano" al più grande festival musicale ungherese. Betty e "W" hanno entrambe 16 anni e sono sulla soglia dell'età adulta. Vogliono fare baldoria e infrangere tutte le regole nell’arco di una sola notte.

Vis-a-Vis

Vis-a-Vis

Vis-a-Vis di Nevio Marasović, Brussels Film Festival 2014

Un regista sta preparando il suo nuovo film. Il noto attore scelto per interpretare il ruolo del "Padre" critica la sceneggiatura e la proposta per la parte del “Figlio”. Il regista invita quest’ultimo sull'isola di Vis per lavorare alla sceneggiatura e per assicurarsi di aver fatto la scelta giusta. A causa dell'isolamento durante l'inverno, i due sono condannati di affrontare le loro frustrazioni, che si intrecciano alla trama del film in modo bizzarro.

Macondo

Macondo

Macondo di Sudabeh Mortezai, Festival del Cinema Europeo di Lecce 2014

L'undicenne Ramasan ha sulle spalle molte responsabilità. Per la società tradizionale cecena, dopo la morte del padre egli è ormai considerato l'uomo di casa ed è responsabile della madre e delle sorelle più piccole, con cui vive a Macondo, quartiere etnico dei sobborghi industriali di Vienna. Il mondo confinato del piccolo è sconvolto quando Isa, commilitone del padre, si trasferisce a vivere nei vicini alloggi a basso reddito.

Come To My Voice

Come To My Voice

Come To My Voice di Hüseyin Karabey, Istanbul Film Festival 2014

In uno sperduto villaggio curdo situato sulle montagne, la piccola Jiyan è preoccupata per il padre, il quale è stato arrestato dalla polizia turca poiché sospettato di aver preso parte a una guerriglia. L’uomo verrà rilasciato solo quando i parenti consegneranno la sua pistola. Il problema è che egli non ne ha mai posseduta una. E così Jiyan e sua nonna Berfé sono costrette ad andare in cerca dell’arma. Un lungo viaggio a piedi tra montagne mozzafiato le condurrà fino a casa dei parenti e verso l'ignoto. Durante il viaggio, Berfé dimostra di essere coraggiosa e tenace e Jiyan apprenderà ciò che serve per sopravvivere nel mondo degli adulti.

Class Enemy

Class Enemy

Class Enemy di Rok Biček, Les Arcs Film Festival 2013

Il rapporto tra il nuovo professore di tedesco e i suoi studenti si fa sempre più teso a causa di un’incolmabile differenza fra i loro modi di intendere la vita. Quando una studentessa si suicida, i compagni accusano l’insegnante di essere responsabile della sua morte. La realizzazione che non tutto è bianco o nero arriverà troppo tardi.

The Strange Little Cat

The Strange Little Cat

The Strange Little Cat di Ramon ZürcherLisbon & Estoril Film Festival 2013

I fratelli Karin e Simon fanno visita ai loro genitori e alla sorellina Clara. Quella stessa sera altri parenti si uniranno a loro per cena. Durante il corso della giornata però tutto procede nella consueta routine: la lavatrice viene riparata e le persone siedono insieme intorno al tavolo della cucina, fanno un esperimento con una buccia di arancia, parlano di bottoni e sistemano un bottone appositamente strappato. Tutti però, compresi il cane e il gatto di famiglia, si comportano in maniera strana, come se non provassero emozioni.

Peace After Marriage

Peace After Marriage

Peace After Marriage di Ghazi AlbuliwiBrussels Mediterranean Film Festival 2013

Arafat, un trentenne newyorchese di origine palestinese che vive in casa con i genitori, è così disperato per il sesso da prendere in considerazione il matrimonio con una donna israeliana che ha bisogno della green card. Ciò costringerà i due a un riesame delle rispettive culture e tradizioni familiari, rischiando di mandare fuori dai ranghi i genitori di Arafat.

With Mom

With Mom

With Mom di Faruk Lončarević, Sarajevo Film Festival 2013

A Sarajevo, più di un decennio dopo la guerra, mentre la sua famiglia socialista sta cadendo a pezzi, Berina, una giovane artista, sta cercando di vivere appieno la sua sessualità e, al contempo, accettare la malattia terminale di sua madre.

Michael Kohlhaas

Michael Kohlhaas

Michael Kohlhaas di Arnaud des PallièresBrussels Film Festival 2013

Nell XVI secolo, nella regione delle Cevenne, Michael Kohlhass è un mercante di cavalli, figlio di un maestro, che conduce una vita familiare confortevole e felice. Un giorno, mentre conduce due cavalli nella foresta, viene fermato dal governatore, che gli chiede il pagamento di un tributo per il transito. Dopo essersi visto requisire i due cavalli, Michael scopre che il dazio è del tutto arbitrario e, di fronte all'ingiustizia subita, comincia una lunga guerra personale che, con l'aiuto di un piccolo esercito di uomini, lo porterà al saccheggio delle città per il ripristino dei suoi diritti.

The Attack

The Attack

The Attack di Ziad Doueiri, Istanbul International Film Festival 2013

Amin Jaafari è un chirurgo israelo-palestinese, ormai del tutto integrato nella città di Tel Aviv e sposato felicemente con Sihem. Ha davanti a sé una carriera scintillante quando un attentato kamikaze in un ristorante della città uccide 19 persone e la polizia lo informa che la responsabile è sua moglie. Dapprima incredulo, Amin respinge ogni accusa ma il ritrovamento di una lettera scritta da Sihem prima di morire non lascia adito a dubbi. Distrutto dalla rivelazione, abbandona Tel Aviv e, alla ricerca di risposte alle sue mille domande, si addentra nei territori palestinesi, dove sin da subito si rende conto di non essere il benvenuto.

The Dead and the Living

The Dead and the Living

The Dead and the Living di Barbara Albert, Lecce European Film Festival 2013

Sita, studentessa di 25 anni a Berlino, una sera arriva presso lo studio fotografico dell'israeliano Jocquin, dove viene toccata da qualcosa che non dimenticherà facilmente. Qualche tempo dopo, mentre si trova a Vienna per festeggiare i novantacinque anni del suo adorato nonno, scorge in casa del padre una foto del nonno con la divisa da ufficiale delle SS. A causa di un attacco cardiaco che colpisce il nonno, Sita è costretta a rimanere più a lungo a Vienna e, contro la volontà del padre, manifesta il desiderio di indagare sul passato della sua famiglia. La ricerca la condurrà fino a Varsavia e in Romania per scontrarsi con una verità inaspettata che ha radici nella Seconda guerra mondiale e giunge fino ai suoi giorni, rimettendo in discussione la sua stessa identità.

God's Horses

God's Horses

God's Horses di Nabil Ayouch, Mediterranean Film Festival of Brussels 2012

Nabil Ayouch traccia un convincente e impressionante ritratto di un gruppo di bambini del sobborgo di Sidi Moumen, a Casablanca, che finiscono per diventare terroristi, quello che i loro mentori spirituali definirebbero come martiri.

Hold Back

Hold Back

Hold Back di Rachid Djaïdani, Lisbon and Estoril Film Festival 2012

Dorcy, un giovane di colore e di religione cristiana, vuole sposare Sabrina, una ragazza magrebina. Questo sarebbe semplice se non fosse che Sabrina ha quaranta fratelli, e che questo matrimonio, all'insegna dell'incoscienza, potrebbe scuotere un tabou ancora ben presente nelle due comunità: i matrimoni tra neri e arabi non si devono fare.

The Fifth Season

The Fifth Season

The Fifth Season di Jessica Woodworth e Peter BrosensFestival de Cinéma Européen des Arcs 2012

Su un villaggio nel cuore delle Ardenne si abbatte una misteriosa calamità: non arriva la primavera. Il ciclo della natura si è capovolto...

Children of Sarajevo

Children of Sarajevo

Children of Sarajevo di Aida Begic, Sarajevo Film Festival 2012

Rahima (23) e Nermin (14) sono orfani della guerra in Bosnia. La loro vita di stenti diventa ancora più difficile dopo che Nedim viene coinvolto in una rissa a scuola con il figlio del potente del quartiere. Questo incidente dà inizio ad una catena di eventi che portano Rahima alla scoperta della doppia vita di suo fratello minore....

Death for Sale

Death for Sale

Death for Sale di Faouzi Bensaidi, Brussels Film Festival 2012

Tre giovani uomini decidono di rapinare una gioielleria. Per la popolazione senza lavoro né speranze delle città provinciali del Marocco sono solo comuni teppisti, ma legati da solidarietà e amicizia. Vedono il furto come un modo per uscire da circolo della povertà che pesa sui loro destini come una condanna.

Vacuum

Vacuum

Vacuum di Giorgio Cugno, Festival del cinema europeo di Lecce 2012

La storia di una nascita diventa storia di un’assenza. La battaglia di una giovane donna contro la depressione postpartum vista con lo sguardo claustrofobico di chi sente che tutto, inesorabilmente, scivola verso il vuoto.

Extraterrestre

Extraterrestre

Extraterrestre di Nacho Vigalondo, Festival de Cinéma Européen des Arcs 2011

Menzogne e manipolazione, fantascienza e vaudeville. Una commedia spagnola minimalista, geniale ed esilarante. Premio Cineuropa al Festival di Les Arcs.

Une vie meilleure

Une vie meilleure

Une vie meilleure de Cédric Khan, Lisbon and Estoril Film Festival 2011

Guillaume Canet e Leïla Bekhti nella spirale dei debiti. Amore, sogni e sopravvivenza alla crisi brillantemente raccontati. Premio per il Miglior Attore al Festival di Roma e Premio Cineuropa ad Estoril.

Avé

Avé

Avé di Konstantin Bojanov, Sarajevo Film Festival 2011

Un incontro con colpo di fulmine in un luminoso road movie per la plumbea Bulgaria. Un film di debutto proiettato a Cannes e vincitore del Premio Cineuropa a Sarajevo.

Una vita tranquilla

Una vita tranquilla

Una vita tranquilla di Claudio Cupellini, Brussels Film Festival 2011

Il secondo film di Claudio Cupellini è anche il suo film più riuscito. Dopo la vittoria di Toni Servillo come Miglior Attore al Festival di Roma, il film ha vinto il Premio Cineuropa al Brussels Film Festival.

Amnesty

Amnesty

Amnesty di Bujar AlimaniLecce European Film Festival 2011

Tilva Ros

Tilva Ros

Tilva Ros di Nikola LezaicEstoril Film Festival 2010

Bibliotèque Pascal

Bibliotèque Pascal

Bibliothèque Pascal di Szabolcs Hajdu, Sarajevo Film Festival 2010

La prostituzione è filtrata attraverso la mente visionaria di una donna dell'Europa dell'est nel quarto lungometraggio di Szabolcs Hajdu.

Chico & Rita

Chico & Rita

Chico & Rita di Fernando Trueba e Javier MariscalFestival de Cinéma Européen des Arcs 2010

Corridor

Corridor

Corridor di Johan Lundborg e Johan Storm, Brussels Film Festival 2010

Un thriller mozzafiato e claustrofobico di un duo svedese con una brillante padronanza del cinema di genere. Vincitore del Premio Cineuropa al Brussels Film Festival 2010.

Desperados on the Block

Desperados on the Block

Desperados on the Block di Tomasz Emil Rudzik, Lecce Film Festival 2010

Un edificio storico di Monaco che ospita 2,500 studenti da tutto il mondo funge da microcosmo per migliaia di vite solitarie i cui percorsi si incrociano ogni giorno nelle città europee.

Ordinary People

Ordinary People

Ordinary People di Vladimir Perisic, Miami International Film Festival 2010

Un film di debutto magistrale e spietato sulla banalizzazione della morte durante la guerra. Proiettato a Cannes e scelto da circa 15 festival internazionali.

First of All, Felicia

First of All, Felicia

First of All, Felicia di Melissa de Raaf e Razvan Radulescu, Estoril Film Festifval 2009

Una promettente opera prima co-diretta da un cineasta Irlandese e uno sceneggiatore Rumeno, vincitrice del Premio Cineuropa al Festival di Estoril 2009

Newsletter

Seneca's Day Lithuania

Follow us on

facebook twitter rss

Home Sweet Home