The Fixer (2016)
Compte tes blessures (2016)
Angle mort (2017)
Riparare i viventi (2016)
Ma Loute (2016)
American Honey (2016)
6.9 on the Richter Scale (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

Clip 1

email print share on facebook share on twitter share on google+

Zurich

di Sacha Polak

Zurich

mp4 (640x360) [5686 kb]

Copia ed incolla il codice nel tuo html per inserire il video:

Non sappiamo esattamente cosa sia successo. Ma Nina ha perso la testa a causa di un evento sconvolgente, e ha realizzato improvvisamente di non aver condotto la vita che si aspettava. La giovane donna si nasconde nell’anonimo mondo delle autostrade e delle stazioni di servizio, inquieta e costantemente in movimento per evitare di guardarsi indietro. Il regista segue i suoi movimenti molto da vicino, una condizione di vicinanza che dà al film la sua consistenza. Nina e la telecamera finiscono in uno stato di delirio, sempre più alla deriva. Nina si ritrova ancora una volta nel letto di un camionista, trascorre un paio di giorni con lui, il quale la presenta perfino ai suoi figli, prima che lei finisca di nuovo sulla strada. Il montaggio fa dei salti temporali e intensifica i ricordi – di momenti sereni, di un altro uomo. Le scene sono solo lontanamente collegate e non si sommano alla storia di una vita. A volte la telecamera indugia sul volto di Nina, cogliendo le diverse sfaccettature di una sofferenza totale – dalla disperazione assoluta, alla rabbia, al dolore puro. Il film di Sacha Polak lascia quasi che lo spettatore prenda parte al processo di afflizione.

Leggi anche

Newsletter

filmitalia_site

Follow us on

facebook twitter rss

suspi_2016_web300x250