email print share on Facebook share on Twitter share on LinkedIn share on reddit pin on Pinterest

"L'innovazione e il co-sviluppo incentivati da Ibermedia Next sono fondamentali in un settore in cui la leadership tecnologica è vitale"

Rapporto industria: Nuovi Media

Víctor Herreruela e Jara Ayucar • Coordinatore unità tecnica del Programma Ibermedia e direttrice politiche di marketing dell'ICAA

di 

I due professionisti parlano di Ibermedia Next, il programma di Ibermedia di sostegno all'animazione digitale, dopo l'annunzio di primi progetti selezionati

Víctor Herreruela e Jara Ayucar  • Coordinatore unità tecnica del Programma Ibermedia e direttrice politiche di marketing dell'ICAA

Con Víctor Herreruela, coordinatore dell'unità tecnica del Programma Ibermedia, e Jara Ayucar, direttrice delle politiche di marketing dell'ICAA, abbiamo parlato  del programma Ibermedia Next, che ha appena annunciato i primi progetti sostenuti (vedi news) a Ventana Sur.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
Hot docs EFP inside

Cineuropa: Qual è la visione a lungo termine di Ibermedia Next in termini di sostegno all'industria cinematografica in Europa e in Iberoamerica?
Víctor Herreruela:
Il sostegno del Programma Ibermedia all'industria è assoluto ed è nel DNA di tutte le azioni che abbiamo realizzato negli ultimi 25 anni. Nel caso specifico della linea pilota Ibermedia Next, stiamo attualmente impiegando la parte dell'aiuto che non è il contributo finanziario. Stiamo organizzando incontri individuali con ciascuno dei progetti beneficiari con l'obiettivo di progettare programmi personalizzati di formazione, consulenza, promozione e divulgazione che si svilupperanno per tutto il 2024 e parte del 2025. Allo stesso tempo, siamo attenti a tutte le sinergie che possono nascere in vista del finanziamento di future edizioni per rafforzare la cooperazione audiovisiva transatlantica.

Jara Ayucar: L'opportunità di costruire ponti nel settore dell’animazione nella regione iberoamericana è diventata realtà con questo progetto strategico e rilevante, per il quale l'ICAA ha assunto un forte impegno grazie ai fondi UE Next Generation del Piano di Recupero, Trasformazione e Resilienza (PRTR). Al momento è troppo presto per parlare del futuro, ma le istituzioni che sostengono Ibermedia Next lavoreranno per studiare le possibilità di dargli continuità.

Come pensa il programma di adattarsi ai cambiamenti e alle sfide future della produzione cinematografica?
V.H.:
Questo bando pilota di Ibermedia Next è una dichiarazione di intenti su come vogliamo essere parte del futuro del settore audiovisivo nella regione iberoamericana. Stimolare l'innovazione e il co-sviluppo è la chiave per proiettarci nel futuro del settore in un'industria in cui la leadership tecnologica è di vitale importanza. La grande adesione al bando, con oltre 100 proposte ricevute, e i 14 progetti selezionati sono un segno importante dell'attitudine a contribuire a plasmare il settore audiovisivo nel futuro. La chiave sarà guidare lo sviluppo di nuove formule in un contesto audiovisivo e tecnologico in costante evoluzione.

Quali sono i tipi di progetti che Ibermedia Next cerca di incoraggiare e sostenere?
V.H.:
Una delle caratteristiche distintive di Ibermedia Next è stata la tipologia di progetti che siamo in grado di sostenere. Erano ammissibili prototipi, teaser, piloti, cortometraggi e videoclip realizzati in animazione digitale. Nel caso dei 14 progetti selezionati, c'erano 5 teaser, 4 piloti, 2 cortometraggi, 2 prototipi, 1 installazione VR e 4 progetti che abbiamo inquadrato all'interno di esperienze VR. Tutti i progetti beneficiari sono in linea con gli obiettivi di Ibermedia Next: sostenere una nuova generazione di creativi iberoamericani che mettano in mostra il loro talento attraverso produzioni animate e contenuti digitali innovativi che si allontanino dai soliti formati.

C'è una particolare attenzione in termini di generi, temi o formati che si sta valutando per i bandi futuri?
V.H.:
La concezione di questa borsa di studio e il processo di selezione da parte del Comitato di valutazione hanno cercato un equilibrio tra il "come", cioè l'uso di tecnologie open source e/o incisive, e il "cosa" viene raccontato. Nei progetti selezionati possiamo notare come essi utilizzino tecnologie innovative o ancora da sviluppare per raccontare istanze universali, come il femminismo, la tutela dell'ambiente, la salute mentale, o questioni più locali come l'assistenza e le lingue e culture minoritarie o i problemi sociali e politici.

In che modo viene incoraggiata la collaborazione internazionale tra i partecipanti ai progetti sostenuti da Ibermedia Next?
J.A.:
Uno degli obiettivi principali di Ibermedia Next, su cui l'ICAA si è impegnata strategicamente fin dall'inizio, è quello di riunire professionisti di entrambe le sponde dell'Atlantico per raccontare storie con un'anima grazie alle nuove tecnologie dell'animazione. Una volta selezionato, oltre all'impulso economico, una delle chiavi del progetto pilota Ibermedia Next è il sostegno professionale ai progetti beneficiari, con programmi di consulenza specifici e accompagnamento in occasione di eventi chiave del settore, nonché la creazione di una comunità professionale composta dai beneficiari, che già si conoscono e hanno la possibilità di condividere i loro progressi.

V.H.: Inoltre, per la call Ibermedia Next abbiamo sviluppato lo strumento di matchmaking Ibermedia Next Plaza, una piattaforma dove i professionisti del settore possono entrare in contatto e stabilire sinergie.

Quali sono le tendenze emergenti nell'industria cinematografica che il programma considera rilevanti per il futuro?
V.H.: In relazione all'industria dell'animazione iberoamericana, e alla luce dei progetti ricevuti e selezionati dal bando Ibermedia Next, stanno emergendo chiaramente le tecnologie che promuovono l'open source, con ciò che questo significa a medio e lungo termine: la creazione di reti di collaborazione diretta e disinteressata tra tutti i partecipanti alla comunità professionale. D'altra parte, osserviamo innovazioni dirompenti come la tecnologia dei videogiochi applicata agli audiovisivi, i motori di rendering in tempo reale, l'IA generativa, l'LLM (Large Language Model), la VR/AR/XR o la fotogrammetria, tra le altre...

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dallo spagnolo)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy