email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FRONTIER BLUES

di Babak Jalali

sinossi

Gorgan, un piccolo villaggio iraniano al confine con il Turkmenistan. In questa regione arida e quasi desertica vivono quattro uomini, sospesi tra solitudine e attesa. Alam ha ventotto anni, è turco e abita con il padre. Lavora in un allevamento di polli ma passa tutto il tempo libero attaccato al walkman per imparare l’inglese. Ha deciso, infatti, di sposare Ana e di portarla a Baku, capitale dell’Azerbaigian, ed è convinto che lì parlino tutti in inglese. Anche Hassan ha ventotto anni, e da quando la madre lo ha abbandonato per andare a stare a Parigi vive con uno zio, commerciante di abiti che nessuno acquista. Per compagno Hassan ha soltanto un asino, a cui dà da mangiare giornali vecchi, e la sua attività principale è rubare le targhe delle macchine. Un cantastorie cinquantacinquenne diventa il protagonista di un libro di fotografie. Da quando un pastore in Mercedes verde ha sequestrato sua moglie, trascorre il tempo lamentandosi, sempre accompagnato da una marmaglia di ragazzini. La vita di questi quattro personaggi scorre lenta, cullata dal ritmo dei giorni sempre uguali, dove la speranza è ridotta a qualche raro sussulto.

titolo internazionale: Frontier Blues
titolo originale: Frontier Blues
paese: Italia, Iran, Regno Unito
anno: 2009
genere: fiction
regia: Babak Jalali
data di uscita: UK 30/07/2010
sceneggiatura: Babak Jalali
cast: Mahmoud Kalteh, Abolfazl Karimi, Khajeh-Araz Dordi, Behzad Shahrivari, Karima Adebibe, Hossein Shams, George Hashemzadeh
fotografia: Shahriar Assadi
montaggio: Babak Jalali, Kambiz Saffari
scenografia: Marjan Golzar
musica: Noaz Deshe
distributori: Curzon Artificial Eye
(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)