email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

ZUMIRIKI

di Oskar Alegria

sinossi

È possibile esplorare lo stesso ricordo due volte? Il regista ha costruito una capanna sulle sponde isolate di un fiume, proprio di fronte all’isola della sua infanzia inghiottita dall’acqua in seguito alla costruzione di una diga. Lo scopo era ritornare in quel luogo, diventato invisibile. Solo gli alberi dell’isola dove aveva giocato si ergevano stoicamente in mezzo all’acqua, come gli alberi di una barca giocattolo rotta; l’aria era il solo spazio rimasto, l’ultima traccia di un passato ancora da conquistare. Il film è il diario di un naufrago che si aggira tra i ricordi: quattro mesi di un’esperienza stile Walden in un paradiso perduto con due galline, un piccolo orto e un orologio fermatosi per sempre alle 11.36 e 23 secondi.

titolo originale: Zumiriki
paese: Spagna
anno: 2019
genere: documentario
regia: Oskar Alegria
durata: 122'
sceneggiatura: Oskar Alegria
fotografia: Oskar Alegria
montaggio: Oskar Alegria
produzione: Emak Bakia
(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Privacy Policy