email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

ASPROMONTE - LA TERRA DEGLI ULTIMI

di Mimmo Calopresti

sinossi

Ad Africo, un paesino arroccato nella valle dell’Aspromonte calabrese, alla fine degli anni ’50, una donna muore di parto perché il dottore non riesce ad arrivare in tempo e perché non esiste una strada di collegamento. Gli uomini, esasperati dallo stato di abbandono, vanno a protestare dal sindaco. Ottengono la promessa di un medico, ma nel frattempo, capeggiati da Peppe (Francesco Colella), decidono di unirsi e costruire loro stessi una strada. Tutti, compresi i bambini, abbandonano le occupazioni abituali per realizzare l’opera. Giulia, la nuova maestra elementare (Valeria Bruni Tedeschi), viene dal Nord, e vuole insegnare l’italiano “se Africo entrerà nel mondo grazie alla strada, i ragazzi dovranno conoscerlo prima, imparando a leggere e a scrivere”. Ma per il brigante Don Totò, quello che detta la vera legge, Africo non può diventare davvero un paese ‘italiano’... Via dall’Aspromonte è un western atipico sulla fine di un mondo e sul sogno di cambiare il corso degli eventi grazie alla voglia di riscatto di un popolo.

titolo internazionale: Aspromonte: Land of the Forgotten
titolo originale: Aspromonte - La terra degli ultimi
paese: Italia
rivenditore estero: Minerva Pictures Group
anno: 2019
genere: fiction
regia: Mimmo Calopresti
durata: 87'
data di uscita: IT 21/11/2019, PL 22/11/2019
sceneggiatura: Mimmo Calopresti, Monica Zapelli
cast: Valeria Bruni Tedeschi, Marcello Fonte, Francesco Colella, Marco Leonardi, Sergio Rubini, Fabrizio Gifuni, Elisabetta Gregoraci
fotografia: Stefano Falivene
montaggio: Valerio Quintarelli
scenografia: Giuliano Pannuti, Pasquale Tricoci
costumi: Maria Fassari
musica: Nicola Piovani
produttore: Fulvio Lucisano, Federica Lucisano
coproduttore: Guia Loffredo
produttore esecutivo: Giulio Steve
produzione: Italian International Film (IIF), RAI Cinema
supporto: Regione Calabria (IT), Regione Lazio (IT)
distributori: Italian International Film (IIF), Aurora Films
(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)