email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

David Bogi • Head of International Distribution and Business, RaiCom

“I player internazionali, sia produttivi sia distributivi, guardano all’Italia con enorme attenzione”

di 

- Abbiamo parlato con David Bogi, Head of International Distribution and Business a RaiCom, alla vigilia della sua partenza per il MIPCOM

David Bogi  • Head of International Distribution and Business, RaiCom

Abbiamo parlato con David Bogi, Head of International Distribution and Business a RaiCom, alla vigilia della sua partenza per il MIPCOM - il principale appuntamento di mercato audiovisivo dedicato ai contenuti per la tv, da quelli tradizionali a quelli digitali, ai prodotti per le piattaforme multimediali - che si tiene al Palais des Festivals di Cannes dal 14 al 17 ottobre.

Cineuropa: Lei è a RaiCom dal 2015, cosa è cambiato in questi anni nella strategia del braccio commerciale della Rai e qual è la sua filosofia di fondo?
David Bogi: I dati di questi ultimi anni sono molto incoraggianti. Ciò e dovuto ad un’attenta strategia acquisitiva attuata nel recente biennio e della qualità e varietà - anch’essa in crescita costante - delle produzioni Rai Fiction e Rai Cinema. Vorrei segnalare inoltre la capacità di sviluppo del presidio dei mercati e territori nei quali RaiCom era già forte e l'apertura di nuove aree distributive nelle quali registriamo una consistente crescita.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Quali sono i nuovi titoli di TV series sui quali puntate maggiormente all’appuntamento del MIPCOM e dei prossimi mercati internazionali?
Al MIPCOM annunceremo una serie molto attesa, Il Commissario Ricciardi (Rai Fiction, Clemart – 6x100’). La serie – attualmente in produzione a Napoli - è tratta dal fortunatissimo ciclo di romanzi di Maurizio de Giovanni, tradotti in tutto il mondo. Nella Napoli degli anni Trenta il giovane commissario della Mobile riesce infallibilmente a scoprire i colpevoli degli omicidi che insanguinano la città grazie a un dono speciale: vede il fantasma della persona uccisa e ne ascolta l’ultimo pensiero espresso poco prima di morire. Sempre a Napoli, ma in epoca contemporanea, si svolge un’altra serie che presenteremo in questa stagione, protagonista Elena Sofia Ricci: Vivi e lascia vivere, prodotta da Rai Fiction e Bibi Film per la regia di Pappi Corsicato, alterna toni drammatici al racconto divertito di una quotidianità nei quartieri della città partenopea. In tre puntate da 100 minuti, avremo la serie Angela, prodotta da Rai Fiction e 11 Marzo Film. Si tratta di una storia drammatica che ha come protagonista Vanessa Incontrada. A questi si aggiunge un interessante racconto generazionale tra dramma sociale e crime story ambientato a Firenze, con protagonista Sergio Castellitto, Pezzi Unici, una produzione Rai Fiction-Indiana Production per la regia di Cinzia TH Torrini (12x50’). Non da ultimo, la nuova serie investigativa che sta registrando ottimi risultati d’ascolto su Rai 1, Imma Tataranni. Liberamente tratta dai romanzi del Premio Campiello Mariolina Venezia, la serie è una coproduzione Rai Fiction-ITV Movie.

Sui formati film per la tv e documentari?
Abbiamo nuovi tv movie, come Enrico Piaggio, che racconta la storia di un imprenditore che, con una strategia comunicativa rivoluzionaria per l’epoca, ha reso celebre la Vespa rendendola parte integrante dell’immaginario italiano. E I ragazzi dello Zecchino, diretto da Ambrogio lo Giudice e prodotto da RAI Fiction con Compagnia Leone. Relativamente al prodotto documentario, è in corso un serio arricchimento dell’offerta attuale. La serie Le Meraviglie di Alberto Angela, già distribuita in oltre 40 paesi, avrà la sua seconda stagione con ulteriori 6 puntate. Offriremo anche importanti serialità di inchiesta di genere crime, grande patrimonio delle reti Rai, tra le quali Maxi Processo e Mafia Capitale.

Per quanto riguarda l’offerta cinema?
Presenteremo ai mercati autunnali il primo film di Ginevra Elkann, Magari [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
: film d’apertura al festival di Locarno, che ha già riscontrato feedback positivi dalla critica. Di Daniele Luchetti avremo Momenti di trascurabile felicità [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, una commedia divertente dai toni malinconici con protagonista Pif (Pierfrancesco Diliberto). Infine Volare [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Gabriele Salvatores, presentato fuori concorso al festival di Venezia, basato su una vicenda reale, un emozionante viaggio/fuga al confine tra il dramma e la commedia.

Funzionano di più i contenuti prettamente italiani o storie internazionali?
Moltissimi player internazionali, sia produttivi sia distributivi, guardano oggi all’Italia con enorme attenzione. La creatività, il know how e la storia del nostro cinema e della nostra televisione attraggono diversi interessi. L’amica geniale, co-prodotto da Rai Fiction con HBO ne è l’esempio più eclatante. E contenuti prettamente italiani quali ad esempio Il Commissario Montalbano hanno fatto il giro del mondo: Rai Com da 20 ormai distribuisce la fortunata serie nata dalla penna di Andrea Camilleri in oltre 60 paesi in tutto il mondo.

Come vede gli altri player europei, antagonisti o possibili alleati?
Sul fonte co-produttivo sono assolutamente alleati, o potenziali tali, molto interessanti. Sul fronte distributivo siamo in competizione ma possiamo in ogni caso sviluppare sinergie ed alleanze che consentano di ottimizzare le reciproche potenzialità e specificità commerciali.

Nel settore dei documentari la Rai sta sviluppato alcune collaborazioni distributive e coproduzioni europee.
Esattamente. Rai Com, in partnership con Rai ha chiuso in questi anni alcuni importanti accordi quadro di co-produzione e distribuzione con rilevanti broadcaster pubblici europei, come Arte, RSI e France Télévisions che hanno consentito di sviluppare nuovi prodotti a standard internazionale che rappresentano un'opportunità sia per le reti del gruppo Rai che per il nostro catalogo.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.