email print share on Facebook share on Twitter share on LinkedIn share on reddit pin on Pinterest

TORINOFILMLAB 2024

Eszter Angyalosy • Direttrice degli studi, SeriesLab

“Siamo più che aperti a nuove idee coraggiose e rischiose”

di 

- La direttrice degli studi approfondisce i dettagli di questo corso di formazione volto a facilitare lo sviluppo di progetti di serie originali e commercialmente validi

Eszter Angyalosy • Direttrice degli studi, SeriesLab

Eszter Angyalosy, direttrice degli studi di SeriesLab, un corso di formazione pensato per sceneggiatori, registi e produttori internazionali che desiderano sviluppare progetti di serie televisive originali e commercialmente validi, ci parla dell'iniziativa.

Cineuropa: A quali criteri date la priorità quando selezionate i progetti da inserire in SeriesLab, considerando il variegato panorama della narrazione televisiva di oggi?
Eszter Angyalosy:
Una delle maggiori sfide per l'industria televisiva è il costante e rapido cambiamento di ciò di cui il pubblico e le emittenti sono curiose. Inoltre, i fattori soggettivi giocano un ruolo enorme nel determinare se un progetto viene scelto o meno per essere prodotto. Quindi, personalmente non vedo il motivo di cercare di capire i gusti personali e le tendenze future. Ma credo che non si debba dimenticare che la TV è, prima di tutto, un business. Pertanto, direi che siamo alla ricerca di nuovi ed entusiasmanti punti di vista su argomenti rilevanti, confezionati in serie di fiction divertenti che possano essere interessanti per un vasto pubblico. Siamo aperti a qualsiasi genere e formato di serie di fiction, ma consideriamo anche la realtà e le possibilità dei mercati di destinazione di ogni progetto presentato. Siamo più che aperti a idee nuove, coraggiose e rischiose, a differenza dell'industria televisiva di oggi. Ma credo che, in quanto programma di sviluppo di talenti, sia questo il punto in cui possiamo essere una parte utile dell'ecosistema televisivo: offriamo ai talenti uno spazio sicuro e tutto il supporto necessario per sperimentare e rimodellare le loro idee innovative in concetti solidi e commerciabili. Oltre al progetto, per noi è importante lavorare con creatori che vogliono imparare a navigare nell'industria in modo professionale – il che significa che capiscono il loro ruolo, i loro limiti e le loro possibilità in questo gioco multiplayer altamente competitivo e collaborativo.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Può illustrare il processo di mentorship e di sviluppo offerto ai creatori nell'ambito di SeriesLab? Come fate a garantire che ricevano un supporto personalizzato per i loro progetti?
Lavoriamo con progetti in fase iniziale. Durante il programma di sei mesi, sotto la guida del loro mentore, i team selezionati lavorano alla loro mini-bibbia, ai materiali visivi di accompagnamento e all'episodio pilota della loro serie: l'intero pacchetto. Prepariamo inoltre i creatori a comunicare efficacemente il loro progetto di serie in ogni forma e scenario possibile. Ciascuno dei nostri mentori lavora con tre progetti, in sessioni di gruppo o individuali, a seconda delle esigenze dei progetti. Questo sarà il primo anno in cui ai gruppi si aggiungerà anche un tirocinante story-editor. Il tirocinante aiuterà il lavoro dei partecipanti e dei mentori e, nel frattempo, acquisirà una preziosa esperienza pratica. Ma sarà anche supportato per tutto il tempo dal suo mentore di story-editing.

Oltre al lavoro basato sui progetti, offriamo ai partecipanti lezioni e consulenze su tutti gli aspetti del settore: non solo scrittura, ma anche produzione, vendita, visual, pitching e così via. Durante il workshop, i partecipanti hanno anche l'opportunità di fare rete con i professionisti del settore locali. L'intero programma porta a un evento finale di pitching – quest'anno a Torino, in occasione del TFL Meeting Event, a novembre – in cui i partecipanti hanno la possibilità di presentare i loro progetti di fronte a un pubblico internazionale composto da potenziali partner invitati appositamente per incontrarli.

Come misurate l'impatto dei progetti sviluppati attraverso il SeriesLab, sia in termini di innovazione artistica che di ricezione da parte dell'industria e del pubblico?
Il modo più ovvio per monitorare l'impatto è vedere quanti progetti vengono effettivamente finanziati, prodotti e trasmessi. Ma, poiché realizzare serie televisive non è uno sprint, bensì una maratona, questo potrebbe richiedere anni. Siamo quindi molto felici e orgogliosi quando vediamo i nostri partecipanti ottenere opportunità nell'industria o i loro progetti ricevere attenzione in diversi forum internazionali. Per noi è importante aprire le porte ai nostri allievi, facendo in modo che i professionisti del settore sappiano che sono più che capaci di trasformare le loro idee in serie televisive di successo. Ma anche [vogliamo] dotare i partecipanti degli strumenti necessari per dare loro la sicurezza necessaria a navigare nell'industria.

Data la natura in rapida evoluzione dell'industria televisiva, come prevede che il SeriesLab si adatti alle tendenze e alle sfide future per continuare a coltivare una narrazione innovativa?
Non potrei essere più d'accordo: l'industria è in costante e rapido cambiamento ed evoluzione – non è una novità, e credo che questo sia in parte il motivo per cui è un settore così eccitante. È pieno di nuove sfide, nuove conoscenze e opportunità. Credo che la chiave per stare al passo sia lavorare con esperti che non sono solo professionisti del settore, ma anche appassionati di serie che sono fortemente motivati a seguire le tendenze. Dobbiamo anche lavorare costantemente sul networking, organizzando e partecipando a eventi e conferenze. È importante per noi espandere sempre di più la nostra rete a livello internazionale, in modo da facilitare incontri significativi. L'obiettivo non è solo quello di adattarsi alle tendenze, ma anche di essere un fattore importante per il futuro della televisione.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Leggi anche

Privacy Policy