email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Danimarca

CPH: PIX al via

di 

CPH: PIX al via

Il maggiore festival cinematografico danese, CPH: PIX, si apre oggi a Copenhagen con la proiezione di The Boat that Rocked di Richard Curtis. Saranno 185 i lungometraggi proiettati fino al 26 aprile.

CPH:PIX è il risultato della fusione tra Copenhagen International Film Festival e del NatFilm Festival, e, sotto l'egida del direttore Jacob Neiiendam e del responsabile della programmazione Niels Lind Larsen, propone i film, le idee e i talenti più recenti da tutto il mondo.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Un nuovo riconoscimento, il New Talent Grand Prix, andrà ai filmmaker esordienti. Dodici saranno i film in concorso per il premio da 50.000 euro, e fra questi il norvegese North [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Rune Denstad Langlo
scheda film
]
, il rumeno Katalin Varga [+leggi anche:
recensione
trailer
Intervista Peter Strickland - Regista …
scheda film
]
, lo svedese Guidance, il tedesco Without You I’m Nothing [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, il danese The Blessing ed il britannico Moon [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
.

Il festival è diviso in 26 sezioni, e di esse Pix Specials offre dieci pellicole per ampie platee, come Deliver Us from Evil [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Ole Bornedal, Gran Torino di Clint Eastwood e Bronson [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Nicolas Winding Refn. Tra le altre sezioni ci sono inoltre Belgium Boom, New French Cinema, New German Cinema, New Danish Talent e European Voices, la maggiore, con 53 proiezioni.

Venti titoli del programma concorreranno per il Premio del Pubblico di Politiken, il cui premio di 125.000 corone va alla distribuzione di sala locale e ai costi di marketing.

Il 23 aprile sarà dedicato al Talent Development, e tra gli ospiti danesi sono previsti i produttori Peter Aalbæk Jensen, Meta Foldager e Regner Grasten, lo sceneggiatore Rasmus Heisterberg ed il regista Manyar Parwani.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy