email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Belgio

Tanti film europei al Brussels Film Festival

di 

Tanti film europei al Brussels Film Festival

Con la primavera, torna la vetrina del cinema europeo a Bruxelles. Dal 27 giugno al 5 luglio, il Brussels Film Festival offrirà agli spettatori belgi oltre 30 film europei, per lo più inediti. Storicamente centrato su opere prime e seconde, il festival mette in primo piano la nuova generazione del cinema europeo.

Le 14 opere in competizione sono altrettante facce della settima arte del Vecchio Continente. Dall'Islanda alla Spagna, passando per la Turchia, si incontreranno giocatori di palla a mano cingalesi perduti in Baviera, un'epopea su motoslitte, scacchisti corsi. Le opere prime permettono di rivelare giovani autori, ma anche di far luce sulle personalità del cinema che per la prima volta passano dietro la macchina da presa, come Valdis Oskarsdottir, montatrice per Gus Van Sant e Michel Gondry, che presenta Country Wedding [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, o Uberto Pasolini, produttore di The Full Monty, che propone Machan.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Nella sezione anteprime, il festival segue invece talenti già affermati: un'occasione per scoprire una delle tante facce del prolifico Michael Winterbottom che torna con Genova [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, o di salutare la vitalità del cinema svedese, in una serata speciale dedicata a Lukas Moodysson, con la proiezione del suo ultimo film, Mammoth [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, ma anche del suo secondo lungometraggio, Tillsammans, che sarà proiettato all'aperto.

Da notare che il Parlamento europeo aderisce per la prima volta al Festival, svelando i dieci film pre-selezionati per il Premio LUX 2009: 35 Rhum [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Claire Denis, Ander [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Roberto Castón, Eastern Plays [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Kamen Kalev
scheda film
]
di Kamen Kalev, For a Moment, Freedom [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Arash T. Riahi, Katalin Varga [+leggi anche:
recensione
trailer
Intervista Peter Strickland - Regista …
scheda film
]
di Peter Strickland, Lost Persons Area [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Caroline Strubbe, North [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Rune Denstad Langlo
scheda film
]
di Rune Denstad Langlo, Pandora Box [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Yesim Ustaoglu, Sturm di Hans-Christian Schmid e Welcome [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
intervista: Philippe Lioret
scheda film
]
di Philippe Lioret.

Il Premio Lux ha come obiettivo di sostenere la diversità culturale e linguistica del cinema europeo, e di favorire la circolazione dei film. Il prossimo novembre, i deputati europei eleggeranno un'opera cui verrà offerta la sottotitolazione nelle 23 lingue ufficiali europee e altrettante copie. Creato nel 2007, questo premio è già stato assegnato a Ai confini del paradiso [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Fatih Akin
intervista: Klaus Maeck
scheda film
]
di Fatih Akin e a Il matrimonio di Lorna [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Arta Dobroshi
intervista: Jean-Pierre et Luc Darde…
intervista: Olivier Bronckart
scheda film
]
dei fratelli Dardenne, ossia a opere che mettono in risalto la multiculturalità del continente e le sfide politiche e sociali di questa diversità.

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy