email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE Francia / Irlanda / Belgio

Alicia Duffy si cimenta nel lungometraggio con All Good Children

di 

Girato interamente in Francia e più precisamente nel Nord-pas-de-Calais in agosto e nei primi quindici giorni di settembre, All Good Children, il primo lungometraggio della britannica Alicia Duffy, si trova ormai in post-produzione. Coproduzione che riunisce Irlanda, Francia e Belgio, questo psico-thriller annovera nel cast, tra gli altri, i giovani Imogen Jones, David Brazil, Jack Gleeson e Austin Moulton. Distintosi per un terzo posto a Cannes nel 2001 nella competizione della Cinefondazione, la regista era stata anche selezionata sulla Croisette nel 2003 per la competizione ufficiale dei cortometraggi con The Most Beautiful Man in the World (ugualmente candidato ai Bafta).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Scritto dalla cineasta sulla base del romanzo The Republic of Trees di Sam Taylor, la sceneggiatura di All Good Children segue le disavventure di Dara e Eoin, due giovani irlandesi di 11 e 12 anni costretti a vivere in Francia presso la zia dopo il suicidio della loro madre. Subito, Eoin tenta la fuga. Terrorizzato all’idea di ritrovarsi abbandonato, Dara cerca conforto da Belle, una giovane vicina inglese. Tra i due nasce un’amicizia che si trasforma in una vera e propria ossessione da parte di Dara. Rendendosi conto che i suoi sentimenti non sono corrisposti, il ragazzo si rifugia nella foresta. Lì realtà e immaginazione si confondono e il giovane affonda presto nella follia.

Prodotto al 49% dagli Irlandesi di Element Pictures (Jonathan Cavendish), All Good Children beneficia di una coproduzione dei francesi di Cinema Defacto (28 % - Tom Dercourt) e dei belgi di Artémis Productions (23 % - Patrick Quinet). Montato assieme a Backup Films, il lungometraggio è sostenuto in particolare da Eurimages, l’Irish Film Board, il UK Film Council, Film Four, il Centre du Cinéma et de l’Audiovisuel de la Communauté française de Belgique , Wallimage, il CRRAV (région Nord-Pas de Calais) e Canal +. La distribuzione nelle sale sarà assicurata da Shellac in Francia, da Cinéart in Belgio e da Element Pictures in Irlanda. Le vendite internazionali sono attualmente oggetto di negoziazioni, poiché il film dovrà uscire nella primavera del 2010.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy