email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL DI ROMA Concorso

Tanovic di nuovo in guerra

di 

Tanovic di nuovo in guerra

“Il guaio di voi gente di guerra è che vi credete immortali”, dice il dottor Talzani (Branco Djuric) al fotografo Mark Walsh (Colin Farrell, smagrito per l’occasione), specialista in scatti bellici impegnato nel Kurdistan del 1988: non sono immortali, invece, né immuni dai “danni collaterali”. E infatti, tornato malconcio nella sua Dublino, Mark non è più l’uomo di prima: la moglie (spagnola, Paz Vega), preoccupata, chiede aiuto al nonno franchista, che a suo tempo, dopo la vittoria del caudillo, provvide alla “redenzione psicologica” dei falangisti. Chi meglio di lui (Christopher Lee) può scavare nel passato di Walsh, per capire cosa gli è successo davvero, e che fine abbia fatto il suo migliore amico, reporter come lui ma mai tornato dal Kurdistan?

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il guaio di Triage [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, il film del bosniaco Danis Tanovic (anche sceneggiatore, dall’omonimo romanzo di Scott Anderson) scelto per l’apertura del Festival di Roma, è che ancor prima dell’insigne luminare, anche lo spettatore intuisce dove la storia vuole andare a parare, snocciolando tutto il campionario di luoghi comuni (gli ammiratori li chiameranno topoi) del genere: dal senso di colpa all’etica dello sguardo.

E così anche chi sperava che il ritorno sui campi di battaglia avrebbe giovato all’autore di No Man’s Land [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(che dopo quell’esordio baciato dal successo e dall’Oscar inciampò nel kieslowskiano L’enfer [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
) resta in parte deluso. Non che il film manchi di efficacia quando svela i tragici paradossi di ogni conflitto (il triage del titolo è un pronto soccorso improvvisato sulle montagne al confine con l’Iraq, dove Talzani cerca di salvare chi può, sparando un colpo in testa a tutti gli altri), ma sono più numerosi i momenti convenzionali, seppure impaginati con perizia da un cast tecnico cosmopolita (fotografia dell’irlandese Seamus Deasy, montaggio dell’italiana Francesca Calvelli).

Prodotto da Asap Films, Parallel Films, Castafiore Films e Tornasol Films (con la partecipazione dell’Irish Film Board e in associazione con Aremid Entertainment, Hanway Films – che cura le vendite internazionali –, Coficup 2 & 3 e Backup Films), Triage è stato sostenuto da Eurimages e uscirà in Spagna il 13 novembre e in Italia il 27 dello stesso mese, distribuito da 01.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy