email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FINANZIAMENTI Francia

L’Ile-de-France sostiene Ernest et Célestine

di 

Nove progetti di lungometraggi per il grande schermo figurano nella 14ma selezione 2009 del Fondo di sostegno alle industrie tecniche cinematografiche e audiovisive della Regione Ile-de-France. Tra questi, spicca la coproduzione franco-belgo-lussemburghese d'animazione Ernest et Célestine, che entrerà in produzione a gennaio. Guidata dalla società francese Les Armateurs (sulla lista dei pre-selezionati per l'Oscar 2010 del miglior film d'animazione con Brendan and the Secret of Kells [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Didier Brunner
intervista: Tomm Moore
intervista: Viviane Vanfleteren
scheda film
]
), il progetto sarà realizzato da Benjamin Renner (il cui corto di fine corso, La queue de la souris, ha vinto il Cartoon d’Oro 2008) e dal duo Vincent Patar - Stéphane Aubier (Panique au village [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Stéphane Aubier e Vincent…
intervista: Stéphane Aubier e Vincent …
scheda film
]
).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Adattamento per mano del celebre scrittore Daniel Pennac di diverse opere della fortunata serie di Gabrielle Vincent (600 000 albi venduti nel mondo), la sceneggiatura di Ernest et Célestine racconta l'incontro tra un topolino abbandonato e un grande orso emarginato, clown e musicista. Minacciati da disperazione e solitudine, i due personaggi cresceranno insieme nonostante la precarietà e le difficoltà della vita.

Coprodotto al 69,5 % dalla Francia, al 17,2 % dal Belgio e al 13,3 % dal Lussemburgo, Ernest et Célestine beneficia di un budget di 9,2 M€ per 300 giorni di lavorazione. Prodotto da Les Armateurs, La Parti, Mélusine e Maybe Moovie, il lungometraggio è anche coprodotto da France 3 Cinéma e Studio Canal (anche distributore in Francia, editore video e venditore internazionale del titolo). Pre-acquistato da Canal +, Ciné Cinéma e la RTBF, il film conta tra i suoi sostenitori anche Eurimages (600 000 €), la regione Ile-de-France (265 000 €), la Comunità francese del Belgio (350 000 €), Wallimage e il Film Fund Luxembourg.

Gli altri progetti di finzione cinematografica selezionati dalla regione Ile-de-France sono Une femme parfaite di Alain Corneau (leggi l’articolo - produzione SBS Films - aiuto pari a 455 000 €), Un homme très recherché di Isabelle Mergault (news - Gaumont - 530 000 €), Poupoupidou di Gérald Hustache-Mathieu (Dharamsala - 303 000 €), De toutes mes forces di Delphine Gleize (Les Productions Balthazar - 285 000 €) e due opere prime: Louise Wimmer di Cyril Mennegun (Zadig Productions - 303 000 €) e La perle di Brigitte Coscas (Les Films du Worso - 416 000 €). Due progetti di documentari per il grande schermo completano la selezione: La Martinique aux martiniquais di Camille Mauduech (Les Films du marigot - 85 000 €) e Ce n’est qu’un début del duo Jean Pierre Pozzi - Pierre Barougier (Ciel de Paris Productions - 85 000 €).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy