email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

USCITE Belgio

Presenza europea eterogenea sugli schermi belgi

di 

Presenza europea eterogenea sugli schermi belgi

A illustrazione della varietà della produzione cinematografica, sette coproduzioni escono questa settimana nelle sale belghe. Da una parte si impone il blockbuster "alla francese" Arthur e la vendetta di Maltazard [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
firmato Luc Besson ed Europacorp. Arthur torna nel magico mondo dei Minimei e si confronta con il rancoroso Maltazard. Mentre il primo episodio (2006) aveva richiesto cinque anni di gestazione, per il secondo ce ne sono voluti tre, mentre il terzo è già annunciato per il 2010. Belga distribuisce il film in 62 copie su scala nazionale, cosa assai rara per un film francese (il fatto che sia stato girato in inglese aiuta parecchio).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Le altre uscite europee hanno proporzioni più modeste. Benelux Film Distribution lancia Komt een vrouw bij de dokter [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, primo lungometraggio da regista di Reinout Oerlemans, già attore e produttore tv. Il film è prodotto da Eyeworks Film & TV Drama.

Sul fronte francese, troviamo tre film. Il più attrezzato è Le Vilain [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, nuovo lungometraggio dell'insolito Albert Dupontel, anche protagonista del film, affiancato da un'irriconoscibile Catherine Frot e dal belga Bouli Lanners, le cui quotazioni sono in costante ascesa al di là del Quiévrain. Cineart distribuisce il film in 10 copie. Questa settimana segna anche il ritorno sugli schermi di François Favrat (Le Rôle de ma Vie, con Agnès Jaoui e Karine Viard), che continua in La Sainte Victoire [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
a esplorare le coppie "professionali" che diventano disfunzionali nel momento in cui nasce l'affetto. Da notare anche l'uscita di La Domination Masculine, documentario del regista belga Patric Jean prodotto da Elzevir (Francia).

Escono infine sugli schermi due coproduzioni internazionali: Pandorum [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, variazione sul genere dell'"huis-clos" spaziale, produzione tedesco-americana del regista tedesco Christian Alvart (prodotto da Constantin Film, che ha sostenuto anche la serie Resident Evil, oltre a Profumo [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, L'onda [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
e Downfall [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Bernd Eichinger
intervista: Joachim Fest
intervista: Oliver Hirschbiegel
scheda film
]
), e Eyes Wide Open [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Haim Tabakman, coproduzione franco-israeliana molto apprezzata lo scorso maggio a Un certain regard.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy