email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Paesi Bassi

Rotterdam ufficializza i film del concorso Tiger

di 

Rotterdam ufficializza i film del concorso Tiger

Il primo grande festival europeo dell’anno, l’International Film Festival Rotterdam (IFFR), celebra la sua 39ma edizione nella città portuale olandese sulla Meuse tra il 27 gennaio e il 7 febbraio.

Noto per la sua capacità di rivelare autori sconosciuti e innovativi nel Concorso Tiger per opere prime e seconde, il festival propone 15 titoli in corsa per i tre Tiger Award da 15.000 euro.

Oltre ai tanti film da Asia e Nord e Sud America (e, per la prima volta, da Georgia e Costa Rica), quattro pellicole in Concorso sono europee.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

La francese Sophie Letourneur presenta il suo debutto La Vie au Ranch [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(news), su un gruppo di studentesse, mentre l’estone Veiko Ounpuu concorre con il suo secondo film, The Temptation of St Tony [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, già al Sundance.

La coppia di registi danesi Michael Noer e Tobias Lindholm propone il dramma carcerario R., e l’olandese Martijn Smits il suo C’est Déjà L’été (leggi news), ambientato nel Belgio di lingua francese. I due film sono opere prime e anteprime mondiali.

La giuria del Concorso Tiger include quest’anno l’attrice francese Jeanne Balibar, la cineasta polacco-olandese Urszula Antoniak, il cui Nothing Personal [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Urszula Antoniak
intervista: Urszula Antoniak
scheda film
]
è attualmente nelle sale olandesi, l’ex direttore del Singapore Film Festival Philip Cheah, il regista messicano e habitué dell’IFFR Amat Escalante e l’attore e attivista ugandese Okello Kelo Sam.

Il famoso mercato di co-produzione di Rotterdam, Cinemart, si terrà quest’anno tra il 31 gennaio e il 3 febbraio. I partecipanti europei sono:

Another World di Alexis Dos Santos, The Bureau (Regno Unito/Messico)
Baikonur di Veit Helmer, Veit Helmer Productions (Germania/Kazakhstan)
Brand New-U di Simon Pummell, Hot Property Films/Illuminations Films/Submarine (Regno Unito /Paesi Bassi)
Bulle de Soleil, di Bruno Deville, CAB Productions/La Parti Production (Svizzera/Belgio)
Erased di Patrice Toye, Prime Time/IdtV Film/Versus Production (Belgio/Paesi Bassi/Francia)
Feed Me With Your Words di Martin Turk, Bela Film (Slovenia)
Fleurs du Mal di David Dusa, SCIAPODE (Francia)
Je Suis Mort Mais J’ai Des Amis di Guillaume e Stéphane Maladrin, La Parti Production (Belgio)
Land di Jan-Willem van Ewijk, Augustus Film/Propellor Film (Paesi Bassi)
Layla Fourie di Pia Marais, Pandora Filmproduktion/DV8 Films/IdtV Film (Germania/Sudafrica/Paesi Bassi)
Leather di Alexey Balabanov, CTB Film Company (Russia/Norvegia/Polonia/Germania/Svezia)
Malmi Murderaz di Susanna Helke, For Real Productions Oy/Savage Film (Finlandia/Belgio)
Miracle di Juraj Lehotsky, Artileria/Negativ (Slovacchia/Repubblica Ceca)
Mirage di Szabolcs Hajdu, FilmPartnersKatapult Film (Ungheria/Germania)
My Sister Came By Today di Yan Ting Yuen, SeriousFilm /Kasander Film (Paesi Bassi/Hong Kong)
Ola’s Universe di Coco Schrijber, Talent United (Paesi Bassi)
The Resurrection of a Bastard di Guido van Driel, IdtV Film (Paesi Bassi/Belgio)
El Rumano di Florin Serban, Strada Film (Romania)
Shell di Scott Graham, Brocken Spectre (Regno Unito)
Mi chiedo quando ti mancherò di Francesco Fei, Acaba Produzione (Italia/ Svizzera/Francia/Germania/Regno Unito)

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy