email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

MERCATO Francia

Wild Bunch in forze agli Incontri con il cinema francese

di 

Wild Bunch in forze agli Incontri con il cinema francese

Con punte di diamante come le prime mondiali di La Blonde aux seins nus (news) di Manuel Pradal e del thriller Sans laisser de traces (Immaculate - articolo) di Grégoire Vigneron, con protagonista Benoît Magimel, la società francese di vendite internazionali Wild Bunch ha annunciato una line-up di alto livello in vista degli Incontri con il cinema francese organizzati a Parigi dal 14 al 18 gennaio da Unifrance.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
Charlemagne Youth Prize

La squadra pilotata da Vincent Maraval estrae dal suo cilindro anche titoli nuovi: Largo Winch 2 (The Burma Conspiracy) che sta per entrare in produzione, Le Bruit des glaçons di Bertrand Blier (The Clink of Ice - articolo) attualmente in lavorazione, Des Hommes et des Dieux (Of Gods and Men) di Xavier Beauvois (articolo), Happy Few di Antony Cordier (news), Aux armes etc di Audrey Estrougo (Leila - news) e Seconde chance di Nicolas Cuche.

Tra gli altri dieci film proposti in proiezione di mercato a Parigi da Wild Bunch figurano anche White Material [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Claire Denis, Valhalla Rising [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Nicolas Winding Refn
scheda film
]
del danese Nicolas Winding Refn, Bunny and the Bull [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
del britannico Paul King (articolo) e la coproduzione spagnola Rabia di Sebastian Cordero.

Il resto della line-up include nuovi promo dei lungometraggi in post-produzione Soins Complets di Pierre Salvadori (news), Quartier Lointain di Sam Gabarski (adattamento di un fumetto cult giapponese), Socialisme di Jean-Luc Godard, The Stuning Case of the Three Gun Shots di Zhang Yimou (remake di Sangue facile dei fratelli Coen) e del documentario La révélation des Pyramides di Patrice Pooyard.

Senza dimenticare i numerosi titoli che segneranno il futuro prossimo di Wild Bunch, come Route Irish di Ken Loach, Abbiamo il Papa di Nanni Moretti, The Killer Inside Me di Michael Winterbottom, Neds di Peter Mullan, The Extra Man del duo americano Shari Springer Berman - Robert Pulcini, Dog Pound di Kim Chapiron, The Exodus - The Fortress di Nikita Mikhalkov, Room In Rome di Julio Medem, Sound of noise del duo Ola Simonsson - Stjärne Nilsson, Mamarosh di Momcilo Mrdakovic e la commedia britannica sul terrorismo Four Lions di Christopher Morris.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.