email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

EVENTI Europa

Bruxelles, FERA organizza una conferenza sulla distribuzione europea

di 

La Federation of European Film Directors (FERA) — che rappresenta 36 organizzazioni professionali di 29 paesi — ospiterà una conferenza presso il Parlamento Europeo a Bruxelles, il 28 gennaio, dal titolo “Immaginare il Cinema nell’Era Digitale: Creatività e Nuove Modalità di Distribuzione”.

FERA vuole dare maggiore valore alla prospettiva unica e alla proposta di chi crea film. Per riuscirci, però, è necessario il supporto di tutte le Istituzioni europee, per promuovere la maggiore distribuzione possibile dei film europei e aumentare i compensi agli autori audiovisivi per lo sfruttamento commerciale delle loro opere.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Il Mercato Unico Europeo voluto dalla Commissione non sarà realizzato solo per i consumatori, ma anche per i creatori. Oggi, non esiste un Mercato Unico per gli autori audiovisivi: i registi i cui lavori vengono trasmessi in paesi diversi da quelli di origine non possono affidarsi ad un sistema di compensi armonizzato e trasparente, che assicuri loro la giusta retribuzione. L’obiettivo di FERA è di sottolineare la volontà dei registi europei nel rendere le proprie opere largamente disponibili su varie piattaforme europee, ed enfatizzare nello stesso tempo il loro bisogno di ricevere una giusta remunerazione per lo sfruttamento online dei lavori.

In questo contesto, FERA intende promuovere le specifiche voci dei registi ed un dialogo a livello europeo e nazionale sul cinema e sulle politiche culturali, in particolare sui contenuti creativi nell’Era digitale.

FERA ritiene che il dibattito pubblico europeo su questi temi incoraggerà il dialogo permanente tra registi, altri professionisti del cinema, cittadini e istituzioni europee, e rafforzerà registi, altri professionisti cinematografici e cittadini sulle politiche audiovisive europee e sul loro impatto a livello nazionale, assicurando il giusto follow-up alle loro opinioni da parte delle Istituzioni europee.

La conferenza è aperta ai professionisti dell’industria dei Media e dell’Audiovisivo, alle organizzazioni culturali e audiovisive, alle Istituzioni e ai rappresentanti politici.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy