email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

ESPORTAZIONE Francia

Calo del 46 % rispetto al 2008 sul mercato europeo

di 

Calo del 46 % rispetto al 2008 sul mercato europeo

Sebbene i paesi dell'Europa occidentale restino un'area geografica fondamentale per i film francesi con 17,5 milioni di entrate nel 2009 (il 26,5 % del totale nel mondo), i dati registrati segnano un sensibile calo del 46 % rispetto al 2008, stando alle stime di Unifrance.

I lungometraggi francesi hanno tuttavia ben resistito sul mercato tedesco, cedendo solo il 10 % rispetto all'anno precedente, per un totale di 5 milioni di entrate. Tra i migliori risultati si attestano le 550 000 entrate di Coco avant Chanel [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, le 130 000 di Lol [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, le 110 000 di Le premier jour du reste de ta vie e le 200 000 già registrate in tre settimane da Arthur e la vendetta di Maltazard [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Dopo una crescita del 32 % nel 2008, l'anno scorso il cinema francese è calato nettamente del 70 % in Spagna (da 5,3 milioni di entrate a 1,6 milioni stimati). Si sono distinti pertanto Giù al nord (570 000 entrate), Coco avant Chanel (300 000), La classe [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Carole Scotta
intervista: Laurent Cantet
scheda film
]
(220 000) e Lol (100 000).

In Italia, i film francesi sono calati del 63 %, totalizzando circa 1,8 milioni di entrate stimate nel 2009 contro i 5 milioni del 2008 (un anno a +53 %). Il numero delle uscite annuali di lungometraggi francesi è passato da 36 a 28 e nessun titolo ha superato la soglia delle 300 000 entrate l'anno scorso, contro i sei del 2008. Su questo territorio, Coco avant Chanel ha attirato 215 000 spettatori, seguito da Louise-Michel [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Benoît Delépine e Gustave…
intervista: Benoît Jaubert
scheda film
]
(102 000).

Dopo un 2008 a +43 %, il Regno Unito ha ceduto il 71 % nel 2009 con 1,2 milioni di spettatori circa. Da notare, su questo mercato, le 500 000 entrate di Coco avant Chanel, le 125 000 entrate di Nemico pubblico n°1 - L'istinto di morte [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
e le 170 000 di La classe.

Il cinema francese ha ripiegato anche del 31 % in Belgio, dopo il balzo del 50 % nel 2008, attestandosi a 2,4 milioni di spettatori stimati nel 2009, di cui 230 000 per Le petit Nicolas [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
. Infine, sono da segnalare i risultati realizzati in Polonia da La vera storia del gatto con gli stivali (600 000 entrate), Le petit Nicolas (400 000) e Coco avant Chanel (250 000).

Nel resto del mondo, gli Stati Uniti restano il primo mercato per il cinema francese con 24 milioni di entrate nel 2009 (+50 %), di cui 20 milioni solo per Taken [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, e 30 lungometraggi francesi distribuiti l'anno scorso. Ma le notizie migliori vengono dall'Asia: il Giappone è balzato nel 2009 del 90 % (2 milioni di entrate) e la Cina ha registrato una crescita spettacolare del 418 % (4,3 milioni di entrate per sole cinque uscite). In compenso, la crisi economica ha colpito duramente il mercato russo, particolarmente dinamico negli ultimi anni, con una flessione del 70 % del cinema francese, passato da 7,5 milioni di entrate nel 2008 a 1,9 milioni nel 2009.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy