email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

BERLINALE 2010 EFM / Spagna

Latido, una line-up vincente

di 

“Tutti sono interessati al festival, e avere in Panorama una commedia come Born to Suffer [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Miguel Albaladejo è un’occasione fantastica per farti sentire al mercato”, ha dichiarato Massimo Saidel della madrilena Latido Films.

In proiezione oggi alla Berlinale come anteprima mondiale, Born to Suffer (Nacidas para sufrir) è diretta dal premiato regista di Bear Cub, con Adriana Ozores e Petra Martinez.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Allo European Film Market sarà proposto anche il documentario spagnolo sulla danza Of Heart and Courage, già venduto in Giappone, ed il thriller Las viudas de los jueves dell’argentino Marcelo Pineyro, autore di El método [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
. Il film uscirà in Spagna a fine febbraio in 140 sale.

Vari progetti in post-produzione hanno attratto l’attenzione dei buyer a Berlino, come Todas las Canciones Hablan de Mi di Jonas Trueba (figlio di Fernando), definito da Saidel il Cedric Kahn spagnolo. Il lungometraggio sarà pronto per Cannes.

Riguardo al mercato di quest’anno, il sales executive ha dichiarato: "C’è meno lavoro del solito, ma chi ha iniziato a sentire il vento della ripresa è qui per comprare. Il settore d’essai è sempre affollatissimo, ma è una parte del mercato unica e in crescita, che ha ottenuto popolarità con la recessione del mercato indie americano".

Per Saidel, i film d’autore non-statunitensi stanno crescendo in base ai festival e ai premi, e da qui il successo di titoli come l’argentino-spagnolo El secreto de sus ojos [+leggi anche:
trailer
making of
Intervista Juan José Campanella [IT]
Intervista Ricardo Darín [IT]
Intervista Soledad Villemin [IT]
scheda film
]
di Juan Jose Campanella, primo film della line-up di Latido assolutamente “sold out”. Il thriller romantico nominato all’Oscar al Miglior Film in Lingua Straniera uscirà nelle sale americane per Sony e in quelle francesi per Pretty Pictures.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy