email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

OSCAR 2010 Regno Unito / Irlanda

Vittoria di consolazione, pur sempre vittoria

di 

Vittoria di consolazione, pur sempre vittoria

In un anno che ha visto l’Europa da parte, dopo il grande 2009 di The Millionaire [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Danny Boyle
scheda film
]
, le industria britanniche e irlandesi si rallegrano per i loro tre Oscar.

Il dublinese Richard Baneham, Supervisore all’Animazione per Avatar, ha portato a casa una statuetta agli Effetti Visivi insieme a Joe Letteri, Stephen Rosenbaum e Andrew Jones.

Simon Perry, Direttore generale dell’Irish Film Board, ha commentato: “L’Academy ha già riconosciuto l’eccezionale talento dei filmmaker irlandesi con cinque nomination, ma per Richard vincerne uno è il maggiore riconoscimento internazionale. Siamo felici per Richard ed il suo team. Ed è fonte di ispirazione vedere che la fiamma del talento irlandese continua ad ardere più luminosa che mai. Questo premio rafforza la reputazione dell’Irlanda nella creatività e nell’innovazione”.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

La Gran Bretagna ha visto la vittoria di Sandy Powell, Miglior Costumista per The Young Victoria [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
e Ray Beckett Miglior Sound Design insieme a Paul N.J. Ottosson per il trionfatore della serata, The Hurt Locker.

John Woodward, Direttore generale dello UK Film Council, ha aggiunto: “Le nostre congratulazioni vanno a Sandy Powell e Ray Beckett per i meritatissimi Oscar, che si aggiungono ai loro successi ai BAFTA di due settimane fa. Sono state 16 quest’anno le nomination britanniche, un importante riconoscimento dell’eccellenza creativa inglese — e noi festeggiamo questo.

Ma possiamo anche festeggiare i vincitori inglesi del Premio US Indie Spirit: il direttore della fotografia Roger Deakins per A Serious Man, ed il team di filmmaker di An Education [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
e Anvil! The Story of Anvil.”

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy