email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Belgio

Brividi in vista del 28mo BIFFF

di 

Con la primavera, tornano gli appassionati di sangue, maceti non ben affilati e manipolazioni varie della corteccia cerebrale. Per la loro gioia, il Festival Internazionale del Film Fantastico di Bruxelles ha aperto ieri i battenti: per i prossimi tredici giorni, il pubblico avrà 68 occasioni per tremare, saltare, soffocare un gemito di angoscia. Con quattro competizioni, numerose anteprime e circa settanta film in programma, il BIFFF si appresta a deliziare gli appassionati del genere.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Già sotto i riflettori lo scorso anno, tornano gli scandinavi. I norvegesi sembrano cavalcare un'onda anomala che spazza tutto al suo passaggio, dalle giovani promesse del grande schermo (come Kristoffer Joner in Hidden [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Pal Oie, ammirato nel 2007 con il suo terrificante Darkwoods) ai fatti di cronaca più cupi (vedi Détour di Severin Eskeland). La Danimarca è rappresentata da tre film: Deliver Us From Evil [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Ole Bornedal, Valhalla Rising [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Nicolas Winding Refn
scheda film
]
di Nicolas Winding Refn e l'intrigante Metropia [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, film d’animazione di Tarik Saleh, presentato alla Settimana della Critica a Venezia.

Sul fronte belga, tre lungometraggi sono in pista. Christopher Roth di Max Sender (alias Maxime Alexandre, autore del recente Holy Money [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
), parteciperà alla competizione internazionale. Christopher Roth scrive romanzi del terrore. Alla ricerca di aria nuova, va in Italia, per trovare la tranquillità necessaria all'ispirazione. Senza tener conto, ovviamente, di uno dei suoi più grandi fan, che riproduce nella vita vera le sue macabre composizioni letterarie. Glenn 3948, curiosa opera prima di Marc Goldstein, mischia invece pianisti virtuosi, un robot melomane, un hobbit e Gérard Depardieu. Infine, nella competizione 7ème Parallèle, Vincent Lannoo presenta Vampires, con falsi Dracula e una vera troupe televisiva, o il contrario… Appuntamento il 20 aprile per il palmarès.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy