email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

CANNES 2010 Concorso / Francia

Bouchareb, Haroun e Kiarostami sotto l'ala francese

di 

Bouchareb, Haroun e Kiarostami sotto l'ala francese

Tre coproduzioni maggioritarie francesi dirette da un regista algerino, uno ciadiano e uno iraniano, figurano tra i 16 titoli selezionati in competizione al 63mo Festival di Cannes (dal 12 al 23 maggio).

Dopo Indigènes [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Jean Bréhat
intervista: Rachid Bouchareb
scheda film
]
, vincitore del premio dell'interpretazione maschile nel 2006, Rachid Bouchareb torna sulla Croisette con Hors-la-loi [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
(leggi l’articolo). Nel cast di questo affresco che racconta la storia di tre fratelli algerini dal 1945 al 1962, ci sono Djamel Debbouze, Sami Bouajila, Roschdy Zem e Bernard Blancan. Prodotto da Francia (59 %), Algeria (21 %), Tunisia (10 %) e Belgio (10 %), il film è stato avviato da Tessalit Productions per un budget di 20,5 M€, che include le coproduzioni di France 2 Cinéma e di France 3 Cinéma, un anticipo sugli incassi del Centre National du Cinéma et de l’image animée (CNC), i pre-acquisti di Canal + e Ciné Cinéma, le coproduzioni algerina e belga (Novak Productions). StudioCanal si occuperà della distribuzione nelle sale francesi e guida le vendite internazionali.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Dopo un premio speciale della giuria a Venezia nel 2006 con Daratt [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, Mahamat-Saleh Haroun sarà in corsa per la Palma d'Oro con Un homme qui crie (leggi l’articolo). Interpretato da Youssouf Djaoro e Diouc Koma, il film è centrato su un padre e suo figlio nel Ciad in preda alla guerra civile. Prodotto dalla società parigina Pili Films e coprodotto al 25 % dal Belgio attraverso Entre Chien et Loup, Un homme qui crie ha beneficiato di un budget di 2 M€, che include un anticipo sugli incassi del CNC, il sostegno del Centre du Cinéma et de l’Audiovisuel de la Communauté française de Belgique, e i pre-acquisti di Canal + e Ciné Cinéma. La distribuzione nelle sale sarà assicurata in Belgio da Cinéart e in Francia da Pyramide, che guida anche le vendite internazionali.

Infine, Copie Conforme [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
dell'iraniano Abbas Kiarostami, grande habitué della competizione cannense (Palma d’Oro nel 1997, in lizza nel 1994 e nel 2002) potrà contare sulla presenza nel cast di Juliette Binoche. Prodotto al 70 % dalla Francia attraverso MK2, al 20 % dall'Italia (Bi Bi Films) e al 10 % dal Belgio, per un budget di 3,8 M€, il film, che è sostenuto dall'anticipo sugli incassi del CNC, coprodotto da France 3 Cinéma e pre-acquistato da Canal +, sarà distribuito in Francia da MK2, che lo vende anche nel mondo.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy