email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE Francia

Les hommes libres: Tahar Rahim nella Parigi del 1942

di 

Cominciano lunedì prossimo le riprese del secondo lungometraggio di Ismaël Ferroukhi: Les hommes libres. Vincitore del Leone del futuro a Venezia nel 2004 con Il grande viaggio (anche nominato al Bafta 2006 del miglior film in lingua non inglese), il regista ha messo insieme un cast composto da Tahar Rahim (European Film Award 2009 e César 2010 del miglior attore per Il profeta [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Jacques Audiard
intervista: Jacques Audiard e Tahar Ra…
scheda film
]
), Mahmoud Shalaby (Jaffa [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
) e Michael Lonsdale (Des hommes et des dieux [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Xavier Beauvois
scheda film
]
).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Scritta dal regista insieme a Alain-Michel Blanc, la sceneggiatura è ambientata nel 1942, nella Parigi occupata dai tedeschi. Younes, giovane immigrato algerino, è costretto a vivere del mercato nero. Suo cugino, con cui divide l'appartamento, sabota una fabbrica e si dà alla macchia. Arrestato dalla polizia francese, Younes è accusato di favoreggiamento e minacciato di fucilazione. Ma l'ispettore di polizia gli propone un accordo: la sua libertà in cambio della disponibilità a sorvegliare la Moschea di Parigi, sospettata di aiutare resistenti ed ebrei.

Nella moschea, Younes incontra il cantante di origine algerina Salim Halali. Colpito dalla sua voce e dalla sua personalità, si lega a lui, scoprendo poco dopo che è ebreo. Malgrado i rischi, Younes mette fine alla sua collaborazione con la polizia. Tra Younes e Salim nasce un'amicizia che si sviluppa insieme agli eventi. Le leggi antisemite e la repressione tedesca non impediscono a Salim di continuare la sua attività di cantante. Ma il cerchio si stringe poco a poco intorno a lui. Una sera, Salim è arrestato dalla Gestapo. Dinanzi a questa barbarie, Younes, l'operaio immigrato e senza coscienza politica, si trasforma in un militante della libertà.

Prodotto da Pyramide Productions (che guiderà anche la distribuzione in Francia e le vendite internazionali), Les hommes libres beneficia di un budget di 7,9 M€, che include le coproduzioni di France 3 Cinéma, Solaire Production e VMP. Pre-acquistato da Canal + e Ciné Cinéma, il film ha anche il sostegno del Centre National du Cinéma et de l’image animée (CNC) (attraverso l'anticipo sugli incassi, l’aiuto alla riscrittura e il fondo Images de la diversité), dell’Acsé, del Programma Media, della regione Île-de-France, di Manon, di Coficup e di TV5. Le riprese si svolgeranno nella regione parigina e in Marocco fino al 2 ottobre. L'uscita nelle sale è programmata per il secondo semestre 2011.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy