email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

INDUSTRIA Regno Unito

UKFC, reazione shock dell’industria inglese

di 

UKFC, reazione shock dell’industria inglese

La reazione dell’industria inglese alla decisione del Governo di chiudere lo UK Film Council (UKFC) è stata quasi unanimemente di shock.

Lord Puttnam, Presidente della Film Distributors’ Association ha dichiarato: “L’annuncio di oggi, che potrebbe sembrare improvviso, avrà bisogno di tempo prima di divenire effettivo. Negli ultimi dieci anni lo UKFC è stato uno dei livelli del collante strategico che ha unito parti diverse della nostra industria. Sulla positiva premessa del rinnovo del supporto al cinema di Governo e lotterie, spero di poter discutere su come il nuovo e coerente piano cinematografico posso essere sviluppato e implementato per portare benefici al pubblico di tutto il Regno Unito”.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

John Woodward, Direttore generale dello UKFC, ha dichiarato di aver saputo che “l’obiettivo finale è la chiusura dell’organizzazione nella sua struttura ed il trasferimento delle restanti competenze operative entro l’aprile 2012. E questo, almeno, ci darà il tempo di onorare i nostri impegni attuali”.

Daniel Barber, regista di Harry Brown [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, ha commentato: “Penso che questa decisione sia un passo indietro, ma in questo paese d’altra parte non c’è mai stata una grande tradizione nel supporto dei filmmaker inglesi che vogliono fare film. Da artista, questa decisione non mi riempie certo di fiducia nei confronti dell’impegno del Governo di aiutare l’industria cinematografica britannica”.

Il produttore Damon Bryant (4.3.2.1. [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
) ha aggiunto: “Fino a venerdì scorso era difficile fare cinema in questo paese. Oggi lo è diventato ancora di più”.

Alcuni, come il documentarista Chris Atkins, hanno però salutato positivamente la decisione: “LO UK FILM COUNCIL ABOLITO! Che giorno meraviglioso! Mi chiedo, cosa faranno ora 70 burocrati incompetenti e strapagati? Avrebbero bisogno di qualche successo, hanno avuto più flop che hit, finanziato film come Sex Lives of Potato Men, U2 3D, 4321, Rolling Stones, St Trinian’s [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, e potrei andare avanti...”.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy