email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

VENEZIA 2010 Venice Days / Francia

Notre étrangère, un debutto fra due mondi

di 

Verso la metà di Notre étrangère, la protagonista Amy (Dorylia Calmel) osserva i passanti nelle strade di Bobo (Burkina Faso), in una scena che rappresenta bene lo stile delicato ma emozionante del film di Sarah Bouyain, inserito nei Venice Days, sul tema della perdita e della forza delle radici. Amy cerca se stessa, quella persona che sarebbe diventata se non fosse stata mandata in Francia da bambina, per crescere in una famiglia ricca francese.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
LIM Internal

Tornata in Burkina Faso per ritrovare la madre che non vede da quando aveva otto anni, scopre che la donna ha però lasciato il paese per recarsi in Inghilterra o forse a Parigi, come le racconta la zia (Blandine Yaméogo).

In una storia parallela, Mariam (Assita Ouedraogo, in La Promessa dei fratelli Dardenne), una burkinabé, pulisce gli uffici a Parigi e insegna il dioula (la lingua burkina) a Esther (Nathalie Richard), con la quale nasce un’amicizia.

Entrambe vivono vite sospese, negli spazi fra due culture. In Burkina, Amy trova gente con la quale non riesce ad entrare in contatto, e una lingua che non capisce. A Parigi, Mariam vive ai margini, incapace di affrontare il suo passato.

Bouyain, franco-burkinabe lei stessa, si muove fra le storie e cattura con tenerezza anche gli istanti che portano dietro il dolore e l’attesa, senza mai cadere nel folklore e nell’esotismo nella descrizione dei due paesi.

Le attrici sostengono il minimalismo di un film magico e pieno di vita. Calmel esprime alla perfezione la determinazione e la confusione che, erroneamente, sembrano a volte arroganza, e la compostezza e la presenza stessa di Ouedraogo sono estremamente intense.

Costata meno di 1 milioni di euro, Notre étrangère è una produzione francese di maggioranza di Athénaïse, ed è stata co-prodotta con Abissia Productions (Burkina Faso), con la partecipazione di National Film and Moving Image Centre, Regione Ile-de-France, Canal+, Vision Sud-Est e DDC.

La pellicola viene venduta all’estero da Colifilms Diffusion, che la porterà nelle sale francesi a gennaio o febbraio 2011.

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.