email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

EVENTI Croazia

Incontri con il cinema croato a Roma

di 

Incontri con il cinema croato a Roma

Domani, 11 novembre, si aprirà Incontri con il cinema croato, prima vetrina italiana di cinema di ieri e oggi dalla Croazia. L’evento, gratuito, si terrà per quattro giorni a Roma presso la Sala Trevi, spazio del Centro Sperimentale di Cinematografia, ed è stato presentato oggi nel corso di una conferenza stampa dall’Ambasciatore croato in Italia Tomislav Vidosevic e dal Direttore dell’evento, il produttore e organizzatore audiovisivo Tina Hajon.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Vidosevic ha detto di sperare che il mini-festival possa essere il primo di una serie di eventi bilaterali, data la sigla di un accordo tra Italia e Croazia nel 2007.

Gli Incontri coprono 60 anni della storia cinematografica croata, a partire da Lisinksi (1944), primo film parlato locale, e offrono alcuni dei titoli più noti della cinematografia del paese dagli anni ’50 ai ’70, come H-8 di Nikola Tanhofer, Handcuffs di Krsto Papic e One Song a Day Takes Mischief Away di Kresko Golik.

Tra i titoli più recenti ci sono I Love You di Dalibor Matanic (2005) e A Wonderful Night in Split di Arsen Anton Ostojic (2004), insieme al corto Yellow Moon di Zvonimir Juric e al documentario Flood di Goran Devic — registi, insieme, di The Blacks [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Zvonimir Juric, Goran D…
scheda film
]
.

Tra i film proiettati c’è anche l’ultimo lungometraggio di Branko Schmidt, Metastases (2009), scritto dallo sceneggiatore e regista Ognjen Svilicic (Armin [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
), e How the War Started on My Island di Vinko Bresan (1996), uno dei maggiori hit domestici di tutti i tempi.

Hajon — cresciuta nella capitale croata Zagabria ma studentessa di cinema in Italia, dove risiede da 15 anni — ha ideato l’evento “per mettere insieme le realtà e le risorse dei miei due paesi, che mi hanno dato così tanto e dai quali ho preso moltissimo”.

Il critico e storico del cinema Francesco Crispino modererà sabato sera un dibattito con Devic, Sanja Ravlic (Responsabile per lo Sviluppo al Croatian Audiovisual Centre), Carmen Lhotka (Direttore della Cineteca Croata) ed il critico e storico del cinema Sergio Grmek Germani.

Il programma completo è disponibile qui.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy