email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

BOX OFFICE Italia

2010: incassi +23%. Quota di mercato dei film italiani al 27%

di 

Dal primo gennaio al 21 novembre, gli spettatori delle sale cinematografiche monitorate da Cinetel sono stati oltre 94,5 milioni (+15,19% sullo stesso periodo del 2009) mentre gli incassi hanno superato i 630 milioni di euro (+23,30% - Vedi tabella PDF).

Fondamentale è stato l'apporto dei film 3D, che con Avatar sono in testa alla classifica dei migliori risultati, ma anche il cinema italiano ha fatto la sua parte arrivando, con le coproduzioni, al 29,61 % per quel che riguarda le presenze e al 26,89% degli incassi totali, a fronte del 20,6% del 2009. Nella classifica per titoli, gli italiani si piazzano al secondo posto, con Benvenuti al Sud [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, al quarto, con Io, loro e Lara [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
scheda film
]
, e al settimo, con Maschi contro femmine [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
scheda film
]
.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

"Un anno eccezionale per la produzione nazionale, che conferma un andamento positivo registrato ormai dal 2007", commenta Riccardo Tozzi, presidente dei produttori Anica, che ha presentato i dati con Paolo Protti (Agis e Anec), Carlo Bernaschi per gli esercenti Anem, e Filippo Roviglioni per i distributori Anica.

Tutti i rappresentanti dell'industria hanno espresso preoccupazione per gli atti di "miopia politica" come i pesanti tagli annunciati al Fus 2011, il mancato rinnovamento degli incentivi fiscali al cinema e il ritardo nell'approvazione delle riforme. Intervistato da Cineuropa.org, Tozzi ha ribadito che il cinema non chiede aiuto al governo ma quanto meno il rinnovo del tax credit, mentre vanno maggiormente coinvolti i governi regionali nel sostegno alla produzione.

Tabella Incassi e quote di mercato

Tabella Top 15 film

Top 5 italiani

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy