email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE Francia

Une vie de chat e Tante Hilda! per Folimage

di 

Fondati e diretti da Jacques-Rémy Girerd, Les Studios Folimage, con sede a Bourg-lès-Valence nella regione Rhône-Alpes, inanellano progetti cinematografici di lungometraggi d'animazione. Dopo La prophétie des grenouilles (2003 - 1,2 milioni di entrate in Francia e vendite in 48 paesi) e Mia et le Migou [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(European Film Award 2009 del miglior film d'animazione), Folimage si prepara a lanciare nelle sale francesi Une vie de chat e ha cominciato la lavorazione di Tante Hilda!.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Diretto dal duo Jean-Loup Felicioli - Alain Gagnol, Une vie de chat sarà distribuito il 15 dicembre da Gebeka Films. Il film narra le disavventure di un gatto che conduce una doppia vita: passa le sue giornate con Zoé, la figlia di un commissario di polizia, ma la notte accompagna un ladro sui tetti di Parigi. Mentre la mamma di Zoé indaga su alcuni furti notturni, un altro furfante rapisce la figlioletta. Guidata da Folimage, questa coproduzione franco-belga (86 % - 13 %) dal budget di 5,05 M€ è coprodotta da Lunanime, Lumière, Digit Anima, France 3 Cinéma, Rhône-Alpes Cinéma e la RTBF. Pre-acquistato da Canal + e CinéCinéma, il titolo è venduto nel mondo da Films Distribution.

Produttore e autore dei dialoghi di Une vie de chat, Jacques-Rémy Girerd sta anche lavorando come regista su Tante Hilda!, di cui sono cominciate le 80 settimane di lavorazione. La sceneggiatura, co-firmata dal regista insieme a Iouri Tcherenkov e Benoît Chieux, ha come tema l'ambiente e più in particolare gli organismi geneticamente modificati. Zia Hilda, appassionata di natura, conserva nel suo museo vegetale decine di migliaia di piante e di semi provenienti da tutto il mondo. Molti sono in via d'estinzione. Parallelamente, un nuovo cereale, Attilem, viene creato dalla multinazionale La Dolo.

Questa nuova graminacea, ultima generazione di organismi geneticamente modificati, si coltiva con poca acqua e senza concimi, cosa che la fa apparire come la miracolosa soluzione per sconfiggere la fame nel mondo. Viene così adottata in modo massiccio in tutto il mondo. Ma Attilem, resistente a tutto, finisce per conquistare tutta la superficie del pianeta, invadendo persino l'oceano. Solo le serre di zia Hilda non sono state raggiunte dalla catastrofe. Prodotto da Folimage per un budget di 7,9 M€, Tante Hilda! beneficia, fra gli altri, di 600 000 euro di anticipo sugli incassi del Centre National du Cinéma et de l’image animée (CNC). La sua uscita nelle sale è programmata per il 2014.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy