email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE Francia / Belgio

Chantal Akerman gira La folie Almayer

di 

Chantal Akerman gira La folie Almayer

Stanno per concludersi in Cambogia le riprese della coproduzione franco-belga La folie Almayer di Chantal Akerman, adattamento dell'omonimo romanzo di Joseph Conrad. Il film, prima opera di finzione della regista da Demain, on déménage (Panorama della Berlinale 2004), è interpretato da Stanislas Merhar (César della migliore promessa nel 1998 per Nettoyage à sec e che ha già lavorato con Chantal Akerman in La captive), la giovane Aurora Marion (di padre greco e madre belgo-ruandese) e Marc Barbé (Qu'un seul tienne et les autres suivront [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Qu'un seul tienne et les a…
scheda film
]
).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Scritta dalla regista, la sceneggiatura racconterà la caduta di Almayer, giovane olandese partito per la Malesia alla ricerca del tesoro dei pirati. Arruolato dal re dei pirati, ne sposa la figlia, ma nonostante la sua fortuna, non rinuncia al suo obiettivo, che presto si trasformerà in una pericolosa chimera.

Il film ha come cornice una Malesia sotto l'occupazione straniera, dove la rivolta fermenta un po' ovunque, in un piccolo villaggio sperduto, lontano da tutto, che sembra lontano dalla grande Storia. E lungo un fiume ampio e tumultuoso, che avrà un ruolo molto importante in una storia che mescola passione e sogno, razzismo e denaro, voglia d'indipendenza e viltà, ma soprattutto l'amore di un padre per sua figlia. Un amore folle, incommensurabile. Un amore che porterà Almayer alla caduta definitiva. Finirà come un re da tragedia, pazzo e quasi cieco sotto il sole implacabile.

Prodotto da Patrick Quinet per Liaison Cinématographique e dalla società belga Paradise Films (associata per l'occasione ad Artémis Productions), La folie Almayer beneficia di un anticipo sugli incassi di 350 000 euro del Centre National du Cinéma et de l’image animée (CNC), di un sostegno di 465 000 euro del Centre du Cinéma et de l’Audiovisuel de la Communauté française de Belgique, e dei pre-acquisti di Canal + e CinéCinéma.

Cominciate il 10 novembre, le riprese termineranno il 24 dicembre. La distribuzione in Francia sarà gestita da Shellac; le vendite internazionali sono ancora da attribuire.

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.