email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

CANNES 2011 Competizione

Cavalier, Bonello e Maïwenn: un trio che ama osare

di 

Cavalier, Bonello e Maïwenn: un trio che ama osare

Originale, radicale e artisticamente instransigente sono i tratti che caratterizzano i tre cineasti francesi in lizza per la Palma d’Oro (articolo) della 64ma edizione del Festival de Cannes (dall’11 al 22 maggio 2011).

Selezionato due volte nella competizione nel 1986 (Premio della Giuria con Thérèse) e nel 1993 (Libera me), Alain Cavalier (79 anni) ha presentato nella sezione Un Certain Reagard queste ultime due opere: Le Filmeur [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
nel 2005 (articolo - prix de l’intimité) e Irene [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
(articolo) nel 2009. Ora partecipa di nuovo alla corsa per la Palma d’Oro con Pater [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Alain Cavalier
scheda film
]
, interpretato dall’attore Vincent Lindon. Il regista e l’attore hanno passato un intero anno e vedersi, filmarsi nella vita e in un film che hanno inventato insieme. Prodotto da Michel Seydoux per Caméra One, Pater è stato realizzato con un budget di 740.000 euro, una parte dei quali proveniente da Arte France Cinéma e dalle prevendite di Canal + e CinéCinéma. La distribuzione in Francia e le vendite internazionali saranno gestite da Pathé.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Bertrand Bonello ha partecipato alla Settimana della Critica nel 2001 con Le Pornographe (Il Pornografo) e nel 2008 alla Quinzaine des réalisateurs con De la guerre (articolo). Quest’anno il regista fa il suo ritorno in competizione, dopo la sua partecipazione inaspettata nel 2003 con Tiresia. Per L’Apollonide - Souvenirs de la maison close [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Adèle Haenel
scheda film
]
(House of Tolerance- articolo), il regista di 42 anni ha riunito nel cast Noémie Lvovsky, Hafsia Herzi, Jasmine Trinca, Céline Sallette, Adèle Haenel, Xavier Beauvois e Louis-Do de Lencquesaing. Ambientato in una casa chiusa parigina all’alba del XX secolo, il film è stato prodotto da Kristina Larsen per Les Films du lendemain e My New Picture con un budget di 3,8 milioni di euro, che includono una coproduzione con Arte France Cinéma, un anticipo sugli incassi del Centre National du Cinéma et de l’image animée (CNC), delle prevendite di Canal + e CinéCinéma e il sostegno della regione Ile-de-France. La distribuzione in Francia verrà gestita da Haut et Court e le vendite internazionali da Films Distribution.

Con Pardonnez-moi [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(nominato ai César 2007 nelle categorie di miglior film e miglior attrice emergente) e Le Bal des actrices [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
nel 2009, Maïwenn si è distinta per il suo stile a metà tra il documentario e la finzione. Debutterà nella competizione di Cannes con Polisse [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Maïwenn
scheda film
]
(titolo internazionale : Poliss - articolo), una storia d’amore sullo sfondo della Squadra per la Protezione dei Minori della polizia francese. Interpretato da Karine Viard, MarinaFoïs, Joey Starr, Nicolas Duvauchelle e Riccardo Scamarcio, il film è stato prodotto da Alain Attal per Les Films du Trésor con un budget di 6,14 miliodi di euro. Coprodotto da Arte France Cinéma e Mars Films (che si occuperà della distribuzione in Francia), può già contare sulle prevendite a Canal + e CinéCinéma. Le vendite internazionali sono gestite da Wild Bunch.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy