email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

CANNES 2011 Quinzaine des réalisateurs

16 film europei su 25, Corpo celeste di Rohrwacher per l'Italia

di 

16 film europei su 25, Corpo celeste di Rohrwacher per l'Italia

All'insegna della scoperta di nuovi talenti e dell'apertura a tutti gli stili cinematografici, tra emozioni e impegno, la 43ma Quinzaine des réalisateurs, che si terrà dal 12 al 22 maggio nell'ambito del 64mo Festival di Cannes, ha annunciato oggi a Parigi un ricco programma di 23 prime mondiali e di 8 opere prime sui 25 lungometraggi in menù. E il cinema europeo è ben rappresentato con 16 titoli (firmati da registi francesi, belgi, un italiano, bulgaro, olandese, irlandese, svedese, austriaco e islandese) e quattro coproduzioni selezionate da Frédéric Boyer, delegato generale della Quinzaine.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il Belgio conta tre rappresentanti con La Fée del trio Dominique Abel, Bruno Romy e Fiona Gordon (coprodotto dai francesi di MK2) che farà l'apertura, Blue Bird di Gus Van den Berghe e Les géants di Bouli Lanners che farà la chiusura (articolo). La Svezia punterà su Play di Ruben Ostlund (news), l’Italia su Corpo Celeste di Alice Rohrwacher (articolo), la Bulgaria su The Island di Kamen Kalev (con Laetitia Casta - articolo) e i Paesi Bassi su Code Blue della regista d'origine polacca Urszula Antoniak (news). Saranno presenti inoltre l'Irlanda con The Other Side of Sleep di Rebecca Daly, l’Austria con Atmen (Breathing) di Karl Markovics e l'Islanda con Volcano di Runar Runarsson (articolo).

In lista, sei lungometraggi di autori francesi: Impardonnables di André Téchiné (news), Jeanne Captive di Philippe Ramos (articolo), Après le Sud di Jean-Jacques Jauffret (articolo), La fin du silence di Roland Edzard (articolo) e En ville del duo Valérie Mrejen - Bertrand Schefer, senza dimenticare Des jeunes gens modernes di Jérôme de Missolz in proiezione speciale.

Si segnalano, quest'anno, tre film del Nord America, due sudamericani, tre asiatici e un titolo del Nord Africa.

Il delegato generale della Quinzaine, Frédéric Boyer, ha sottolineato la quantità di lungometraggi sottoposti ai selezionatori (947), in particolare francesi (148), cosa che lo ha costretto a rifiutare tanti buoni film nazionali. Ha anche rivendicato la totale soggettività della sua selezione, quella di un appassionato di cinema, sensibile e aperto a ogni punto di vista.

Lungometraggi:
Film d’apertura: La Fée [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Dominique Abel, Fiona Gordon
scheda film
]
- Dominique Abel, Bruno Romy & Fiona Gordon (BE/FR)
The Island [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
- Kamen Kalev (BG/SE)
Play [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Ruben Östlund
intervista: Ruben Ostlund
scheda film
]
- Ruben Ostlund (SE/FR/DK)
Code Blue [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
- Urszula Antoniak (NL/DK)
Blue Bird [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
- Gus Van den Berghe (BE)
Corpo Celeste [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Alice Rohrwacher
scheda film
]
- Alice Rohrwacher (IT/CH/FR) *
The Other Side of Sleep [+leggi anche:
trailer
intervista: Antonia Campbell-Huges
scheda film
]
- Rebecca Daly *(IE/NL/HU) *
Atmen [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(Breathing) - Karl Markovics (AT) *
Volcano [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
- Runar Runarsson (IS) *
Impardonnables [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
- André Téchiné (FR)
Jeanne Captive [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
- Philippe Ramos (FR)
Après le Sud [+leggi anche:
trailer
intervista: Adèle Haenel
scheda film
]
- Jean-Jacques Jauffret (FR) *
En ville (Iris in Bloom) - Valérie Mrejen & Bertrand Schefer (FR) *
La Fin du silence [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(End of Silence) - Roland Edzard (FR) *
Busong (Palawan Fate) – Auraeus Solito (PH)
Porfirio - Alejandro Landes (CO/ES/UY/AR/FR)
Sur la planche [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
- Leila Kilani (MA/FR)
Return - Liza Johnson (US) *
Chatrak (Mushrooms)- Vimukthi Jayasundara (IN/FR)
O abismo prateado (Le Gouffre argenté) – Karim Ainouz (BR)
Film di chiusura : Les Géants [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
intervista: Bouli Lanners
scheda film
]
de Bouli Lanners (BE/FR/LU)

Proiezioni speciali:
Des jeunes gens modernes [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
- Jérôme de Missolz & Jean-François Sanz (FR)
El velador (Le Veilleur de nuit) – Natalia Almada (US/MX/FR)
Koi no Tsumi (Guilty of Romance) – Sion Sono (JP)
La nuit elles dansent - Isabelle Lavigne et Stéphane Thibault (CA) doc

*In corsa per la Camera d’or

Cortometraggi:
Armand 15 ans l’été dernier - Blaise Harrison (FR)
Boro in the Box - Bernard Mandico (FR)
Cigarette at Night - Duane Hopkins (UK)
La conduite de la raison - Aliocha (FR)
Csicska - Attila Till (HU)
Dans le jardin du temps, portrait d’Ely et Nina Bielutin - Clément Cogitore (Fr)
Demain ça sera bien - Pauline Gay (FR)
Fourplay: Tampa - Henry Kyle (US)
Killing the chickens to Scare the Monkeys - Jen Assur (SE/TH)
Mila Caos - Simon Paetau (DE/CU)
Nuven (Le Poisson Lune - Basil Da Cuncha (CH/PT)
Le songe de Poliphile - Camille Henrot (FR)
Vice versa one - Sadat Shahrbanoo (AF)

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy