email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE Belgio

Moglie, marito e due amanti per Frédéric Fonteyne

di 

Un cuore diviso in tre. Una donna ama il marito, ma anche il suo amante. Piano piano cede al fascino di un terzo uomo, guardia carceraria nel penitenziario dove sono detenuti i primi due. Contrapposizione di stili tra il fiammingo Jan Hammenecker, lo spagnolo Sergi López e il vallone François Damiens, che gira un film dopo l'altro. Al centro, Anne Paulicevich, attrice di teatro, poco vista al cinema (Le Premier Venu [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, JCVD [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
), all'origine del progetto.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Un progetto "in famiglia", visto che Alice Paulicevich è la compagna di Frédéric Fonteyne, di cui Quartier Libre è il quarto lungometraggio. Fonteyne non girava da La Femme de Gilles [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
nel 2004, rimasto scottato dall'accoglienza tiepida riservata al film. Ma ha imparato la lezione, maturando poco per volta questo progetto di coppia, un film su una famiglia un po' particolare. Alla sceneggiatura ha anche partecipato Philippe Blasband, fedele compagno di scrittura.

Con Quartier Libre, il cineasta intende fare una tragicommedia, rivelando la goffaggine e la bellezza dei corpi attraverso il tango, che ha un ruolo chiave nel film, e utilizzando il carcere come metafora dell'impossibilità dei rapporti tra uomo e donna. Tanto più che la prigione è anche il parlatorio, il luogo dove si riunisce la famiglia. In mezzo agli adulti troviamo un ragazzo, figlio del trio originale, interpretato da Zacharie Chasseriaud, attualmente sugli schermi con Les Géants [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
intervista: Bouli Lanners
scheda film
]
di Bouli Lanners, visto alla Quinzaine.

Quartier Libre è prodotto in Belgio da Patrick Quinet per Artemis, partner del regista fin dagli esordi, e ha ricevuto numerosi sostegni: CCA, VAF, WallimageRTBF, Tax Shelter. E' coprodotto in Francia da Liaison Cinématographique e in Lussemburgo da Samsa Films. Il budget previsionale è di poco più di 4 milioni di euro. Le vendite internazionali dovrebbero essere gestite da Films Distribution, e la distribuzione in Belgio da Cinéart. Le riprese, cominciate lunedì 23 maggio in Lussemburgo, proseguiranno tra Belgio, Polonia e Francia fino a luglio, con una coda finale a settembre.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy