email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Belgio

John Shank, un americano a Venezia

di 

John Shank, un americano a Venezia

Primi annunci da Venezia, primo film belga selezionato. Nell'ambito dei Venice Days, che si terranno dal 31 agosto al 10 settembre prossimi (leggi la news), L’Hiver Dernier [+leggi anche:
trailer
intervista: John Shank
scheda film
]
di John Shank concorrerà al Leone del futuro della miglior opera prima. A margine della competizione ufficiale, i Venice Days rivolgono un'attenzione particolare al cinema belga già da qualche tempo. L'anno scorso, Noir Océan [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Marion Hänsel è stato il film d'apertura. Nel 2006, i Venice Days selezionarono l'atipico Parabola [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
di Karim Ouelhaj, e nel 2008, Nowhere Man [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
di Patrice Toye.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Nel cuore di una Francia profonda e rurale, Johann lotta con tutte le sue forze per mandare avanti la fattoria di famiglia che il padre gli ha lasciato in eredità. Rompe la sua solitudine passata a curare gli animali frequentando di tanto in tanto Julie. Quando può, si occupa di sua sorella, internata in un istituto. Alla fine dell'autunno, quando l'inverno comincia a invadere l'altopiano dell'Aubrac, Johann perde colpi. Tra paranoia e cecità, si isola sempre più dal mondo e si aggrappa a ciò che non può essere trattenuto.

Per il suo primo film, John Shank, americano trapiantato a Bruxelles (ha studiato all’IAD), si è avvalso di un cast allettante, che pesca nella nuova generazione del cinema francese (Vincent Rottiers, Anaïs Demoustiers…), ed è ricorso alle partecipazioni speciali di Aurore Clément e Michel Subor. Shank si è fatto apprezzare per il suo secondo cortometraggio, Les Mains Froides (2004), che ha avuto ottimi riscontri nei festival.

Prodotto in Belgio da Tarantula, il film ha ricevuto il sostegno del Centre du Cinéma de la Communauté française de Belgique, del VAF e del Tax Shelter. In Francia, dove è coprodotto da Silex Films, ha ricevuto gli aiuti del CNC e di Ciné Cinéma. La partecipazione di PCT in Svizzera gli ha permesso inoltre di accedere al sostegno di Eurimages. Venduto da Le Pacte (che lo distribuirà in Francia), il film sarà lanciato in Belgio da Cinéart. L'uscita è prevista per febbraio 2012.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy