email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

USCITE Belgio

Swooni, opera prima di Kaat Beels nelle sale

di 

Swooni, opera prima di Kaat Beels nelle sale

Swooni è il paese immaginario, l'altrove ideale dove i pesci smarriti si ritrovano. E' la metafora fiabesca utilizzata da Amadou, rifugiato della Sierra Leone, per permettere a suo figlio Happy di mantenere la speranza. Forse Swooni è questo grand hotel di Bruxelles dove si intrecciano i destini di sei individui, luogo chiuso in cui le emozioni arrivano ad ebollizione, rese roventi dalla canicola che si abbatte sulla città. Il percorso di Amadou e suo figlio incrocia quello di Violette e Vicky, madre e figlia che non si parlano da anni, e di Anna ed Hendrick, coppia con problemi di comunicazione, sull'orlo della rottura. Nel corso di 24 ore, i legami fra i personaggi si scioglieranno per poi riannodarsi.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Film corale per eccellenza, che sfrutta narrativamente la forza microcosmica dell'hotel, Swooni mette in risalto un bel cast, composto da Sara Deroo e Geert Van Rampelberg (già diretti da Kaat Beels nel suo cortometraggio Cologne), Viviane de Muynck (attrice di teatro fiamminga vista spesso anche sul piccolo e sul grande schermo), Natali Broods (uno dei pochi personaggi femminili di La Merditude des choses [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Felix van Groeningen
scheda film
]
), Vigny Tchakouani (per la prima volta sullo schermo nel ruolo di Happy) e Issaka Sawadogo (visto in Si le vent soulève les sables di Marion Hänsel, e prossimamente in L’Envahisseur [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
scheda film
]
di Nicolas Provost).

Prodotto da Peter Bouckaert per Eyeworks, il film ha ricevuto il sostegno del Vlaams Audiovisueel Fonds, di Wallimage-Bruxellimage e del programma MEDIA. Ha anche beneficiato del Tax Shelter. Kinepolis lo distribuisce in 18 sale a Bruxelles e nelle Fiandre. Le vendite internazionali sono guidate da Delphis Films, e la pellicola sarà mostrata in prima mondiale al prossimo Festival Internazionale del Film di Toronto.

Oltre a Swooni, Les Bien-Aimés [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Christophe Honoré
scheda film
]
di Christophe Honoré beneficia di una (sorprendente) uscita nazionale in 12 sale (Lumière). I due film se la dovranno vedere con un trio americano di grande richiamo: Cowboys and Aliens, Final Destination 5 e One Day.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy