email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Belgio

Dopo Venezia, una ricca selezione di titoli belgi a Toronto

di 

Dopo Venezia, una ricca selezione di titoli belgi a Toronto

Il cinema belga continua a imperversare nei festival internazionali, giacché dopo le selezioni a Venezia e a Montreal, tocca ora al Festival Internazionale del Film di Toronto, che ha annunciato il suo ricco programma, dare spazio alla cinematografia del "paese piatto".

Sul fronte francofono, tre lungometraggi saranno presentati da una parte e l'altra dell'oceano a settembre. La Folie Almayer [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Chantal Ackerman (Artémis Production), L’Envahisseur [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
scheda film
]
di Nicolas Provost (VersusProductions e Prime Time) e L’Hiver dernier [+leggi anche:
trailer
intervista: John Shank
scheda film
]
di John Shank (Tarantula) saranno infatti mostrati sia sul Lido che a Toronto.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il primo sarà presentato nella sezione Master, al fianco di Il ragazzo con la bicicletta [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Jean-Pierre e Luc Dardenne
scheda film
]
dei fratelli Dardenne. Questa prestigiosa sezione riunisce le ultime opere dei registi più influenti dell'epoca, da Wim Wenders ad Aki Kaurismaki passando per Alexander Sokurov e Bruno Dumont. L’Envahisseur parteciperà alla sezione Discovery, una selezione di opere realizzate da giovani e promettenti registi provenienti da tutto il mondo. L’Hiver dernier farà invece parte della nutritissima sezione Contemporary World Cinema, dove sarà presentato anche Death For Sale del cineasta marocchino Faouzi Bensaïdi, coprodotto da Entre Chien et Loup.

Sempre nella sezione Contemporary World Cinema saranno proiettati i due lungometraggi fiamminghi Swooni di Kaat Beels e Lena [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, nuovo film di Christopher Van Rompaey (Moscow, Belgium [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
), ritratto naturalista di un'adolescente dei giorni nostri a Rotterdam. Questa coproduzione belgo-olandese è guidata da A Private View e Isabella Films.

Infine, sono state selezionate altre tre coproduzioni belghe: nella categoria Vanguard, Carré Blanc [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Jean-Baptiste Léonetti (Francia), coprodotto da Tarantula; in proiezione speciale, Poulet aux prunes [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Marjane Satrapi e Vincent Paronnaud (Francia) coprodotto da UFilms; e nella sezione Midnight Madness, Nuit Blanche [+leggi anche:
trailer
making of
intervista: David Grumbach
scheda film
]
di Frédéric Jardin (Francia), coprodotto da Saga Film. Una rappresentanza belga ricca e variegata per questa 36ma edizione TIFF.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy