email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Grecia

Il Salonicco FF pronto ad affascinare i Balcani

di 

Il Salonicco FF pronto ad affascinare i Balcani

"Hollywood non ha spazio a Salonicco", ha commentato Dimitri Eipides, direttore del festival, della 52ma edizione del Festival Internazionale del Film di Salonicco, che alzerà il sipario il 4 novembre con l’ultimo film indipendente di Alexander Payne, The Descendants. Il programma, breve ma intenso, prevede oltre 90 film nuovi fino alla chiusura del 13 novembre, affidata a Martha, Marcy, May, Marlene di Sean Durkin.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

J.A.C.E. [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
di Menelaos Karamagiolis, proiettato a Tokyo, e l’anteprima mondiale Paradise [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Panayiotis Fafoutis sono i candidati greci del concorso internazionale, che include 15 tra debutti e opere seconde di registi da tutto il mondo, dieci dei quali produzioni o co-produzioni europee. Behold the Lamb di John McIlduff, Land of Oblivion [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Michele Boganim e House [+leggi anche:
trailer
intervista: Zuzana Liová
scheda film
]
di Zuzana Liova sono in corsa per il Premio Alexander (Golden e Silver), assegnato da una giuria internazionale composta da cinque membri.

Beast [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Christoffer Boe, Tyrannosaur [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Paddy Considine, Tales Of The Night [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Michel Ocelot
scheda film
]
di Michel Ocelot, Pollo alle prugne [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Marjane Satrapi e Vincent Paronnaud, e Michael [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Marcus Schleinzer sono alcuni dei titoli proposti nel programma internazionale, che prevede anche Il ragazzo con la bicicletta dei fratelli Dardenne, già a Cannes, e il vincitore veneziano Faust di Alexander Sokurov.

The Island [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Kamen Kalev e Ave [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Konstantin Bojanov
scheda film
]
di Konstantin Bojanov rappresentano la Bulgaria nella sezione Balkan Survey, che include anche Loverboy [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Katalin Mitulescu (a Cannes) e Best Intentions [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Adrian Sitaru dalla Romania, oltre a un focus dedicato al regista turco Erden Kiral.

L’opera omnia di Constantinos Giannaris sarà anch’essa al festival, che del regista greco proietterà anche un nuovo montaggio di Man At Sea, presentato a Berlino, mentre a Sara Driver, Paolo Sorrentino, Ole Christian Madsen e Ulrich Seidl sarà dedicato spazio con una selezione dalle rispettive filmografie.

Nel tentativo di rendere Salonicco il centro cinematografico dei Balcani, Dimitri Eipides ha confermato la sua intenzione di spostare tutte le attività nella città del nord. “Il festival appartiene a Salonicco organicamente e logisticamente”, ha detto. “Per ragioni pratiche, alcune delle sue sezioni sono state sviluppate ad Atene, ma Salonicco può sostenere il festival”, ha commentato, aggiungendo di essere riuscito a ridurre il debito organizzativo da 6 milioni di euro a 1,5 dalla sua nomina, e di volerlo cancellare del tutto.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy