email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PREMI Svezia

Millennium conquista un Emmy

di 

Millennium conquista un Emmy

La trilogia Millenium [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Niels Arden Oplev
intervista: Søren Stærmose
scheda film
]
— il progetto cinematografico scandinavo di maggiore successo di sempre — ha conquistato un Emmy Internazionale alla Miglior Mini-Serie TV, assegnato dalla International of Academy of Television Arts and Sciences ai migliori programmi televisivi prodotti e trasmessi inizialmente fuori dagli Stati Uniti.

Al gala di lunedì (21 novembre) a New York, il Direttore generale Mikael Wallén, i produttori Søren Stærmose e Susann Billberg della casa di produzione svedese Yellow Bird Production, il programme director Annie Wegelius ed il produttore esecutivo Gunnar Carlsson del canale televisivo pubblico svedese SVT, hanno conquistato una delle tre nomination agli Emmy della serie, mancando però quello alla Migliore Attrice (Noomi Rapace nel ruolo di Lisbeth Salander) e al Miglior Attore (Michael Nyqvist nel ruolo del giornalista Mikael Blomqvist).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

”L’Emmy — il premio televisivo più importante al mondo — dimostra che la Svezia ha il potenziale per affermarsi in un concorso internazionale. Il Premio porterà sotto i riflettori la produzione drammatica svedese e migliorerà le nostre prospettive future”, hanno dichiarato Wallén e Wegelius. Yellow Bird ha prodotto i tre lungometraggi e i sei episodi televisivi di Millennium, con, tra gli altri, la major danese Nordisk Film Production A/S e la tedesca Zweites Deutsches Fernsehen (ZDF).

In origine, solo la prima parte della trilogia dello scomparso autore svedese Stieg Larsson, Uomini che odiano le donne [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Niels Arden Oplev
intervista: Søren Stærmose
scheda film
]
di Niels Arden Oplev, era stata pensata per l’uscita di sala, ma il successo di pubblico ha spinto anche La ragazza che giocava con il fuoco e La regina dei castelli di carta di Daniel Alfredson sul grande schermo. Lanciati in più di 50 paesi, i tre film hanno incassato oltre 163 milioni di euro ai botteghini.

Alla convention per l’industria CineEurope 2011 (già CineExpo), che si è tenuta ad Amsterdam (30 giugno), la produzione di Stærmose ha ricevuto Il Premio Europeo al Risultato al Box-Office. L’ultimo film televisivo svedese a ricevere un Emmy è stato The Tattooed Widow di Lars Molin (1998), sempre per SVT.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy