email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FILM Croazia

Koko and the Ghosts: la nostalgia conquista le platee

di 

Koko and the Ghosts: la nostalgia conquista le platee

Koko and the Ghosts di Danijel Kušan è il secondo maggiore successo degli ultimi dieci anni in Croazia, con 69.061 spettatori in 10 settimane e un incasso di circa 201.244 euro.

Il film per ragazzi è tratto dal romanzo del padre del regista, Ivan Kušan, co-autore dello script. Pubblicato nel 1958, il libro è una lettura obbligatoria nelle scuole elementari croate, oggetto di culto per tutte le generazioni. La decisione di ambientare il film agli inizi degli anni ‘80 è stata quindi furba, poiché è quello il periodo in cui i genitori degli scolari di oggi avevano letto il libro.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Boy Koko (Antonio Parac) si trasferisce dal villaggio natio a Zagabria con i genitori (Ozren Grabaric, Dijana Vidušin), la sorella Marica (Nina Mileta) e un cane fedele. L’appartamento nel quale si spostano apparteneva ad un uomo molto avaro (Predrag Vušovic, nel suo ultimo ruolo), scomparso in circostanze misteriose. Il posto appare infestato dai fantasmi, e Koko inizia a indagare con l’aiuto dei compagni di classe Zlatko (Kristian Bonacic) e Miki (Filip Mayer) e del vecchio amico Božo (Ivan Maltaric).

La ricostruzione d’epoca è impeccabile, e porta nostalgia a chiunque ricordi la Zagabria degli anni ‘80 o addirittura la Jugoslavia. Kušan dirige con pazienza, con un ritmo misurato attentamente e un’attenzione speciale ai volti dei bambini. Gli elementi più sorprendenti sono proprio le prove dei bambini: c’è una minima traccia delle scuse consuete che servono a descrivere la recitazione infantile. Tutti, guidati dalla prova matura e variegata di Parac, sono assai convincenti. Tra gli adulti, Rakan Rushaidat è eccellente nel ruolo dell’ispettore di polizia. Ottima è anche la colonna sonora di Dinko Appelt, che completa con finezza il film.

Koko and the Ghosts ha conquistato di recente il secondo premio allo Schlingel International Film Festival per Bambini di Chemnitz. La casa di produzione Kinorama realizzerà altri quattro film di Koko, tratti dagli altri romanzi della serie.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy