email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

MERCATO Francia

À moi seule: un candidato all'Orso per Pyramide

di 

À moi seule: un candidato all'Orso per Pyramide

L’European Film Market promette bene per la società francese di vendite internazionali Pyramide, con À moi seule (foto - Coming Home) di Frédéric Videau (leggi l’articolo) che va ad aggiungersi a una line-up già ben nutrita (news) di produzioni e coproduzioni francesi in lizza per l'Orso d'Oro al prossimo Festival di Berlino (dal 9 al 19 febbraio 2012).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Prodotto da Les Films Hatari, il secondo lungometraggio del regista (rivelatosi alla Settimana della Critica veneziana del 2003 con Variété Française) è un "vero e proprio tour de force" secondo Eric Lagesse (Pyramide): "La storia poteva essere terribilmente noir e claustrofobica, e invece è un film solare, leggero e intelligente che racconta la rinascita di una ragazza dopo un sequestro e il suo rapporto con il mondo. Agathe Bonitzer è straordinaria. In un certo senso, il film mi fa pensare a Il ragazzo selvaggio di François Truffaut".

A Berlino, la squadra di Eric Lagesse e Yoann Ubermulhin si prepara anche il terreno per Cannes poiché la line-up di Pyramide include sette titoli che saranno pronti a maggio. Tra questi, Une Estonienne à Paris (A Lady in Paris) di Ilmar Raag (news), 3 Mondes (3 Worlds) di Catherine Corsini (articolo) e Gebo et l’ombre del centenario maestro portoghese Manoel de Oliveira (news).

Saranno inoltre prevendute due opere seconde di promettenti registi francesi: Petit lion (Little Lion) di Samuel Collardey (articolo), vincitore della Settimana della Critica veneziana e del premio Louis-Delluc della miglior opera prima nel 2008 con L’apprenti [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, e Le temps d’un voyage (On a Trip) di Anna Novion, che si avvale nuovamente dell'interpretazione di Jean-Pierre Darroussin dopo Les grandes personnes [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
(presentato alla Settimana della Critica cannense 2008).

Due opere prime completano i film in post-produzione in listino: Au galop di Louis-Do de Lencquesaing (articolo) e Friends From France del duo Anne Weil - Philippe Kotlarski (news). Infine, la società francese prevenderà Wakolda dell'argentina Lucia Puenzo, attualmente in post-produzione, mentre al mercato berlinese sarà proiettato Ici-bas di Jean-Pierre Denis (articolo).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy