email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

IFFR 2012 Germania

Il cinema tedesco a Rotterdam

di 

Il cinema tedesco a Rotterdam

Il 41° Rotterdam Film Festival (25 gennaio–5 febbraio) presenta un’ampia selezione di produzioni e co-produzioni tedesche.

Se il Concorso Tiger ospita solo il turco Voice of My Father di Orhan Eskiköy e Zeynel Dogan (co-prodotto in Germania da Riva Filmproduktion) e il Concorso Tiger per Cortometraggi la co-produzione finlandese/danese/tedesca Scene Shifts, in Six Movements di Jani Ruscica, la sezione Bright Future è ricca di film tedeschi, come The River Used To Be A Man [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Jan Zabeil (prodotto da Rohfilm), Rough di Markus Busch (element e filmproduktion GmbH) e Totem [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Jessica Krummacher (Arepo Media GmbH, Schlicht und Ergreifend Film GmbH, Klappboxfilme, Münchner Filmwerkstatt). La stessa sezione propone anche la co-produzione Future Lasts Forever [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
del turco Özcan Alper (co-prodotta da unafilm), Grimunho dei brasiliani Helvécio Marins Jr-Clarissa Campolina (co-prodotta da Autentika Films) ed il debutto marocchino On The Edge di Leila Kilani (co-prodotto da Vandertastic).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Spectrum presenta Crack in the Shell [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Christian Schwochow, già a Karlovy Vary (teamWorx Produktion) e varie co-produzioni di alto profilo: A Dangerous Method [+leggi anche:
trailer
intervista: Il team di A Dangerous Met…
scheda film
]
di David Cronenberg, Goodbye First Love [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Mia Hansen-Love
scheda film
]
di Mia Hansen-Love, Miracolo a Le Havre [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Aki Kaurismäki
scheda film
]
di Aki Kaurismäki, The Loneliest Planet [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Julia Loktev, Unfair World [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Filippos Tsitsos e Mondomanila di Khavn De La Cruz. Sono inoltre 15 i corti di case di produzione tedesche in 'Spectrum Shorts'.

In ultimo, Signals for Real presenta Map di Aram Bartholl e Made in Rotterdam l’olandese/tedesco Bad Luck City di Aaike Stuart.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy