email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

IFFR 2012 Islanda

Black’s Game in corsa per il Premio Tiger a Rotterdam

di 

Black’s Game in corsa per il Premio Tiger a Rotterdam

Black's Game [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, saga sul crimine a Reykjavik e debutto dell’islandese Óskar Thór Axelsson, è tra i 15 film del Concorso Tiger all’International Film Festival Rotterdam, attualmente in corso.

Il film, il cui produttore esecutivo è il filmmaker danese Nicolas Winding Refn, Premio al Miglior Attore a Cannes 2011 per Drive, ricorda le prime opere di Refn, e in particolare la trilogia Pusher [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Ambientato al passaggio del millennio, Black’s Game narra le vicende di Stebbi (Thorvaldur David Kristjansson), arrestato perché coinvolto in una rissa da bar che non riesce neanche a ricordare. Quando viene accusato di violenza aggravata, chiede all’amico d’infanzia Tóti (Johannes Haukur Johannesson) di aiutarlo a trovare un buon avvocato. L’uomo gli chiede però un favore in cambio, che presto lo porterà sempre più a fondo in un mondo di droga e altre lucrose attività criminali.

Il lungometraggio è un adattamento del regista dal romanzo Black Curse di Stefán Máni ed è, secondo i titoli di testa “basato su schifezze realmente accadute”.

Il tono realistico rappresenta di certo uno dei punti forti del film. E nonostante alcune citazioni quasi obbligatorie da Tarantino o Guy Ritchie ed altre storie di droga (soprattutto americane), la storia rimane ben piantata in una realtà islandese irriconoscibile che aggiunge credibilità e la differenzia da altre.

Se hit locali sul crimine, come Jar City, sono esercizi di stile sul genere, il debutto di Axelsson racconta le cose in una maniera sporca, e aggredisce lo spettatore con split screen, voice-over, interni ed esterni poco illuminati (il film è ambientato durante l’inverno nordico) e footage di riprese a mano.

La pellicola è prodotta da Zik Zak Filmworks e venduta all’estero da TrustNordisk, che ha già chiuso le vendite con Regno Unito (Entertainment One) e Svizzera (Frenetic Films) prima dell’inizio del festival.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy