email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Norvegia

Anteprime mondiali e star in fila per il primo Filmfest Oslo

di 

- L’attore britannico Ben Kingsley si unisce ad altri ospiti internazionali nel nuovo ‘grande festival’ norvegese che si tiene dal 29 febbraio al 4 marzo

Anteprime mondiali e star in fila per il primo Filmfest Oslo

Supportato dalla vittoria del Golden Dragon al Miglior Film Nordico al Göteborg International Film Festival, The Orheim Company [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, secondo film del norvegese Arild Andresen, aprirà la prima edizione di Filmfest Oslo mercoledì 29 febbraio (prima della distribuzione di sala del 2 marzo per Norsk Filmdistribusjon).

“Tromsø raccoglie ogni anno 60.000 spettatori, ed è il campione norvegese non ufficiale nell’organizzazione di festival popolari”, hanno dichiarato i due appassionati di cinema che hanno creato la nuova vetrina, Arild Støfring (Direttore del festival) e Morten Steingrimsen (Responsabile programmazione). “Abbiamo pensato che anche Oslo avesse bisogno di qualcosa in più, una programmazione più ampia, con una profilazione precisa e commerciale — e questo è il risultato”.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

L’attore britannico Premio Oscar Ben Kingsley(in foto) guida l’elenco degli ospiti internazionali per il lancio nordico del primo film in 3D di Martin Scorsese, Hugo Cabret, candidato a 11 Oscar e vincitore di cinque statuette il 26 febbraio. Kingsley sarà accompagnato da Brian Selznick, autore statunitense del romanzo per ragazzi The Invention of Hugo Cabret.

Tra i 50 film proposti per cinque giorni in cinque sale di Oslo (Folketeateret, Ringen, Eldorado, Klingenberg e Gimle) tre sono anteprime mondiali. Into the White [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, film epico sulla II Guerra Mondiale del norvegese Peter Næss, con un cast internazionale composto da Florian Lukas, David Kross, Rupert Grint, Lachlan Nieboer e Stig Henrik Hoff. Næss, il produttore danese Peter Aalbæk Jensen e gli attori protagonisti saranno presenti all’evento.

Tra le anteprime ci sono anche Memories Of My Melancholy Whores del danese Henning Carlsen, co-produzione danese-messicana adattata dal romanzo del 2005 Memorie delle mie puttane tristi del colombiano Gabriel García Márquez, ed il documentario sull’economia globale del norvegese Hans Petter Moland, When Bubbles Burst. Carlsen e Moland interverranno al festival.

I registi danesi Kathrine Windfeld e Peter Flinth presenteranno le prime locali dei loro nuovi thriller svedesi, Agent Hamilton: In the Interest of the Nation [+leggi anche:
trailer
making of
scheda film
]
e Nobel’s Last Will [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, primi episodi (rispettivamente) dei tre thriller sul personaggio di Jan Guillou e dei sei tratti dai romanzi di Liza Marklund.

L’islandese Rúnar Rúnarsson introdurrà Volcano [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, vincitore all’inizio del mese di cinque Edda. Il regista Timo Vuorensola ed il produttore Tero Kaukomaa presenteranno il film fantascientifico finlandese Iron Sky [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Timo Vuorensola
intervista: Timo Vuorensola
scheda film
]
, mentre il documentarista danese Mads Brügger proporrà il suo premiato The Ambassador. È previsto anche un Happy End [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, col suo regista, lo svedese Björn Runge, e la protagonista Madeleine Ekman.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy