email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE Francia

38 Témoins e il connubio Lucas Belvaux - Patrick Sobelman

di 

- Il produttore francese di Agat Films parla del rapporto privilegiato con il regista belga alla vigilia dell'uscita di 38 Témoins

38 Témoins e il connubio Lucas Belvaux - Patrick Sobelman

Incontro con Patrick Sobelman che ha prodotto per Agat Films sei lungometraggi cinematografici di Lucas Belvaux: la trilogia nel 2003 (Un couple épatant [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, Après la vie [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
e Cavale), La Raison du plus faible [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(2006), Rapt [+leggi anche:
trailer
intervista: Lucas Belvaux
scheda film
]
(2009) e 38 Témoins [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(leggi l'articolo), che ha aperto l'ultimo Festival di Rotterdam ed esce domani, mercoledì 14, in Francia e in Belgio.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Le origini del binomio Belvaux-Sobelman
"Quello che ci ha legato è la trilogia, un'avventura eccezionale artisticamente e finanziariamente, perché Agat si era assunta un rischio economico molto importante. Questo ha creato un sentimento di fiducia molto forte e fondante del nostro rapporto. Quando questa fiducia è stabilita, è molto più facile lavorare insieme sul lungo termine. Ma non abbiamo un contratto a vita. A ogni nuovo film, spetta a Lucas decidere se ha voglia di proporcelo o meno".

38 Témoins
"E' stato Yvan Attal a proporre il progetto a Lucas. Il trio che si era formato insieme a me per Rapt si è riproposto per 38 Témoins. I film di Lucas dicono sempre qualcosa, hanno uno sguardo su una questione, ma non dimenticano mai di fare cinema con una narrazione, uno stato di tensione drammaturgica, personaggi, inquadrature… In 38 Témoins, ci sono scene eccezionali che sono grandi momenti di cinema. Perché Lucas ha questa qualità che non tutti i registi hanno, quella di fare film strepitosi dal punto di vista della regia, ma che hanno anche un significato e fanno riflettere".

Il finanziamento
"Non è stato molto difficile perché Lucas si è guadagnato con i suoi film precedenti il diritto di essere finanziato correttamente. E' un regista che i finanziatori amano seguire perché fanno un affare e i suoi film danno voglia di partecipare. Canal +, Diaphana, Films Distribution, France 3 Cinéma sono partner francesi affidabili e fedeli a Lucas, stessa cosa in Belgio con Cinéart e la RTBF. Ed Eurimages ci ha seguiti su tutti gli ultimi film di Lucas. Ma nulla è scontato, non si sa mai come andrà il film successivo".

Il futuro
"Abbiamo già in cantiere un nuovo film con Lucas, l'adattamento del romanzo Pas son genre di Philippe Vilain, la storia di un professore di filosofia, parigino e borghese, che viene trasferito ad Arras, vi si annoia a morte e finisce per innamorarsi di una parrucchiera locale.

Altre notizie di Patrick Sobelman
"Dark Touch di Marina De Van (articolo) è in fase di riprese; Tu honoreras ta mère et ta mère di Brigitte Rouän (news) e Queen of Montreuil di Solveig Anspach in post-produzione. Sto inoltre preparando La vie domestique di Isabelle Czajka e Son épouse di Michel Spinosa, le cui riprese cominceranno rispettivamente a giugno e a novembre".

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy