email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

CANNES 2012 Premi

Haneke vince la sua seconda Palma d'oro. Grand Prix a Garrone

di 

- All'Europa tutti i premi di questo 65mo Festival di Cannes. Premiati anche Mungiu, Loach e Reygadas

Haneke vince la sua seconda Palma d'oro. Grand Prix a Garrone

Nonostante la pioggia evocata da Bérénice Bejo nel suo discorso d'introduzione, il pubblico è accorso in massa al Grand Théâtre Lumière per assistere al palmarès di questo 65mo Festival di Cannes e salutarne il gran vincitore: Love di Michael Haneke. Il regista austriaco raggiunge così Francis Ford Coppola, Shoei Imamura, Bille August, Emir Kusturica e i fratelli Dardenne nella cerchia ristretta dei duplici vincitori di una Palma d'oro, dopo quella ricevuta nel 2009 per Il nastro bianco. Il presidente della giuria, Nanni Moretti, ha sottolineato il contributo fondamentale dei due attori a questo premio. Jean-Louis Trintignant ed Emmanuelle Riva non sono stati premiati, ma sono comunque saliti sul palco per condividere la Palma con il maestro.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

La giuria di Nanni Moretti ha scelto di assegnare il Grand Prix al suo connazionale, il regista italiano Matteo Garrone con il suo Reality, valso all'autore di Gomorra il suo secondo Gran Premio al Festival di Cannes.

La giuria internazionale ha ricompensato inoltre The Angels' Share, commedia del regista britannico Ken Loach che riceve il Premio della Giuria. E' la terza volta che Ken Loach — vincitore anche di una Palma d'oro nel 2006 — riceve questo premio.

Il cineasta messicano Carlos Reygadas vince il Premio della regia per Post Tenebras Lux, un'opera coprodotta con diversi paesi europei tra cui la Francia, la Germania e i Paesi Bassi.

L'eccellente attore danese Mads Mikkelsen ha ritirato il suo premio per l'interpretazione maschile accompagnato da uno scroscio di applausi che ha salutato la sua potente performance in The Hunt del suo connazionale Thomas Vinterberg.

Tra le donne, le favorite della giuria sono Cosmina Stratan e Cristina Flutur, le due giovani protagoniste di Beyond the Hills, film celebrato due volte nel corso della serata giacché il suo regista, il rumeno Cristian Mungiu, era salito sul palco poco prima per ricevere il Premio della sceneggiatura.

Tra le 25 opere prime di tutte le sezioni, la Caméra d’Or è andata a Beasts of the Southern Wild di Benh Zeitlin, selezionato a Un Certain Regard, ma che molti vedevano in Competizione ufficiale se il film non fosse stato già presentato a Sundance, dove si è aggiudicato il Gran Premio.

La Palma d'oro del cortometraggio è stata assegnata a Silence (Sessiz-Be Deng) del cineasta turco L. Rezan Yesilbas.

Lista dei vincitori

Palma d'oro
Love - Michael Haneke

Gran Premio
Reality - Matteo Garrone

Premio dell'interpretazione femminile
Cristina Flutur, Cosmina Stratan - Beyond the Hills

Premio dell'interpretazione maschile
Mads Mikkelsen - The Hunt

Premio della regia
Carlos Reygadas - Post Tenebras Lux

Premio della miglior sceneggiatura
Beyond the Hills - Cristian Mungiu

Premio della Giuria
The Angels' Share - Ken Loach

Premio Caméra d´Or
Beasts of the Southern Wild - Benh Zeitlin

Palma d'oro del cortometraggio
Silence - L. Rezan Yesilbas

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy