email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Francia

Holy Motors apre Paris Cinéma

di 

- Il film di Leos Carax aprirà la 10ma edizione del festival della capitale francese che ha annunciato un ricco programma di oltre 200 film

Holy Motors apre Paris Cinéma

Il grande assente dal palmarès del recente Festival di Cannes, Holy Motors di Leos Carax (leggi l’intervista) aprirà la 10ma edizione di Paris Cinéma (dal 29 giugno al 10 luglio), il cui ricco programma di oltre 200 film è stato annunciato ieri.

Tra gli otto titoli selezionati in concorso si distinguono il film premiato a Berlino Tabou [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Miguel Gomes
intervista: Miguel Gomes
scheda film
]
del portoghese Miguel Gomes e Just The Wind dell'ungherese Bence Fliegauf, oltre alla coproduzione turco-greca Beyond The Hill di Emin Alper e il lungometraggio brasiliano-argentino-francese Historias [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Julia Murat.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Tra le anteprime, oltre a Holy Motors, brillano altri 11 film provenienti dalla Croisette, tra cui la Palma d'oro Love [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Michael Haneke
scheda film
]
dell'austriaco Michael Haneke e The Hunt [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Thomas Vinterberg
intervista: Thomas Vinterberg
scheda film
]
del danese Thomas Vinterberg (premio dell'interpretazione maschile per Mads Mikkelsen), e poi quattro lungometraggi presentati al Certain Regard: A perdre la raison del belga Joachim Lafosse (intervista-video), Laurence Anyway di Xavier Dolan, Confession d’un enfant du siècle di Sylvie Verheyde e Renoir di Gilles Bourdos. Dalla Quinzaine des réalisateurs arrivano La Noche de enfrente [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Raoul Ruiz e The We & the I di Michel Gondry, e dalla Semaine de la Critique Hors les murs [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
intervista: David Lambert
scheda film
]
del belga David Lambert, Au galop di Louis-Do de Lencquesaing e J’enrage de son absence di Sandrine Bonnaire.

Tra le altre anteprime figurano A cœur ouvert di Marion Laine (con Juliette Binoche ed Edgar Ramirez), Voie Rapide di Christophe Sahr, Du vent dans les mollets di Carine Tardieu, Queen of Montreuil di Solveig Anspach, la commedia Les Kaïra di Franck Gastambide, Ombline di Stéphane Cazes, Le Sommeil d'or di Davy Chou e Would you Have Sex with an Arab? di Yolande Zauberman.

Si segnalano inoltre la coproduzione britannico-americana Jane Eyre [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Cary Fukunaga, Tiens moi droite di Zoé Chantre e i due vincitori del Festival di Locarno 2011 (in concorso e per la sezione Cinéastes du Présent): Abrir puertas y ventanas [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Milagros Mumenthaler
scheda film
]
di Milagros Mumenthaler e L’estate di Giacomo [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Alessandro Comodin.

Paris Cinéma, che si svolgerà in 13 luoghi della capitale francese e che si chiuderà con Je me suis fait tout petit di Cécilia Rouaud (con Denis Menochet e Vanessa Paradis), renderà anche omaggio a Johnnie To, Leos Carax e Olivier Assayas, che saranno presenti, e al compianto Raoul Ruiz.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy