email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

DISTRIBUZIONE Regno Unito

L’home video è la maggiore fonte di introiti dei film inglesi

di 

- Il nuovo rapporto di BVA rivela le percentuali di incasso

L’home video è la maggiore fonte di introiti dei film inglesi

Secondo un nuovo rapporto, le vendite di homevideo in DVD, Blu-ray e formati digitali sono la principale fonte di entrate per la produzione cine-televisiva nel Regno Unito. Lo studio di Oxford Economics ‘Ready to Face the Future’ (Pronti ad affrontare il futuro), commissionato dalla British Video Association (BVA), utilizza nuovi casi di studio di recenti film inglesi e rivela che più della metà degli incassi dei lungometraggi proviene dall’home entertanment, che ha un valore totale di 2.3 miliardi di sterline.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Eddie Cunningham, Presidente di Universal Pictures International Entertainment ha commentato: “Come mostra il rapporto di BVA, il video continua ad essere una parte importante dell’ecosistema cinematografico e una significativa fonte di introiti. Paul e Senna di Working Title sono due ottimi esempi di cinema inglese al suo meglio, e gli introiti generati dal video — oltre il 60% delle entrate di questi film viene dall’home entertainment — sono fondamentali per aiutare produttori inglesi come Working Title a reinvestire in produzione e continuare a creare grandi film”.

David Root di Channel 4, Responsabile di 4DVD, ha commentato: “Channel 4 comprende il suo pubblico e questo nasce dal fatto che abbiamo avuto fiducia nei buoni incassi del DVD derivati dai precedenti successi della serie tv Inbetweeners, che Channel 4 ha messo a budget per generare ROI e finanziare The Inbetweeners Movie [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
”.

I numeri sono rivelatori: il 62% degli incassi di Senna [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
arriva dall’home video, il 32% dalle vendite televisive e solo il 6% dai botteghini cinematografici, mentre i dati di The Inbetweeners Movie sono 54%, 6% e 40%.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy