email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Germania / Israele

Il cinema tedesco a Gerusalemme

di 

- Il Jerusalem Film Festival offre all’industria tedesca un’altra opportunità per mostrare il suo impegno co-produttivo

Il cinema tedesco a Gerusalemme

Il Jerusalem Film Festival (5-14 luglio) propone una selezione di film tedeschi dominata da numerose co-produzioni di qualità, come dimostra la sezione 'Panorama': Alois nebel [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
del ceco Tomas Lunak (co-prodotto per la Germania da Pallas Film GmbH), In the Fog [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Sergej Loznitsa, proposto a Cannes (Ma.Ja.De Filmproduktions-GmbH), Postcards From The Zoo [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Edwin, proposto alla Berlinale (Pallas Film — leggi la recensione), Tabu [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Miguel Gomes
intervista: Miguel Gomes
scheda film
]
di Miguel Gomes, premiato a Berlino (in foto — Komplizen Film), ed il tedesco/irlandese Death of a Superhero [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Ian Fitzgibbon (Bavaria Film).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Le altre sezioni presentano l’ultima prova di Volker Schlöndorff, la co-produzione franco/tedesca Calm At Sea (Provobis Film), Future Lasts Forever [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
del turco Özcan Alper (unafilm) e Swirl [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Clarissa Campolina.

La sezione Documentari presenta la maggior parte delle produzioni interamente tedesche selezionate quest’anno: Under Snow di Ulrike Ottinger (Ulrike Ottinger Filmproduktion e ma.ja.de), il documentario su Ottinger Ulrike Ottinger - Die Nomadin vom See di Brigitte Kramer (filmsyndikat), ed il moderno, minimalista e architettonico Work Hard Play Hard di Carmen Losmann (HUPE Film- & Fernsehproduktion). La sezione include anche la co-produzione danese/tedesca Putin's Kiss di Lise Birk Pedersen (Kloos & Co Medien) e Vivan las antipodas [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
diVictor Kossakovsky (ma.ja.de).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy