email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

SARAJEVO 2012

Co-produzioni tedesche a Sarajevo

di 

- Il 18° Sarajevo Film Festival presenta numerosi film tedeschi e un’ampia selezione di co-produzioni

Co-produzioni tedesche a Sarajevo

Il 18° Sarajevo Film Festival (6-14 luglio), in corso nella capitale balcanica, presenta numerose co-produzioni tedesche di qualità come i film in concorso Children of Sarajevo [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Aida Begić
scheda film
]
di Aida Begic, proposto a Cannes e co-prodotto da Rohfilm, Voice of My Father dei turchi Orhan Eskiköy e Zeynel Dogan (Riva Filmproduktion) e The Woman Who Brushed Off Her Tears (in foto) della macedone Teona Mitevska (ostlicht filmproduktion).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Il concorso documentari include tre film co-finanziati in Germania: The Boy Who Was A King del bulgaro Andrey Paounov (zero one), Ich liebe dich di Emine Emel Balci (unafilm), e l’apprezzato titolo di Cannes Sofia's Last Ambulance [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Ilian Metev (Sutor Kolonko). Nella sezione 'New Currents', un esperto austriaco del genere, Michael Glawogger, presenta Whores' Glory [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
(Quinte Film), mentre nel programma New Currents Short ci sono due produzioni tedesche e in 'Civil Liberty/Human Rights Day' cinque.

'In Focus' presenta Just the Wind [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Bence Fliegauf
scheda film
]
dell’ungherese Bence Fliegauf, in concorso all’ultima Berlinale, e due film di registi austriaci in concorso a Cannes: Paradise: Love [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Ulrich Seidl (Tatfilm) e la seconda Palma d’Oro di Michael Haneke, Amour [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Michael Haneke
scheda film
]
(X Filme Creative Pool).

In 'Kinoscope', il pubblico bosniaco potrà vedere Goodbye First Love [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Mia Hansen-Love
scheda film
]
di Mia Hansen-Love (Razor Film), lo sfolgorante Holy Motors [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Leos Carax
scheda film
]
di Leos Carax (Pandora, Pola Pandora), Land Of Oblivion [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Michale Boganim (Vandertastic) e The Loneliest Planet [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Julia Loktev (Flying Moon Filmproduktion).

In ultimo, Laško Summer Nights include il fenomeno finlandese Iron Sky [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Timo Vuorensola
intervista: Timo Vuorensola
scheda film
]
di Timo Vuorensola (27 Films) ed il thriller psicologico britannico I, Anna di Barnaby Southcombe (Riva Filmproduktion), con Charlotte Rampling, proiettato alla Berlinale.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy